L’Italia è ai Mondiali se… Il regolamento per gli Azzurri parla chiaro

Nazionale Italia
Nazionale Italiana (Getty Images)

L’Italia ha vinto contro la Lituania e si è portata in testa al Girone C: il regolamento parla chiaro sulla qualificazione ai Mondiali.

L’Italia di Roberto Mancini ha ottenuto una bella e meritata vittoria contro la Lituania, utile alla corsa per la qualificazione ai Mondiali in Qatar del 2022. È stato un Raspodori e Kean show, a cui ha posto il sigillo finale il gol di Di Lorenzo.

La Svizzera, invece, non è riuscita ad andare oltre lo 0-0 contro l’Irlanda del Nord e ha ottenuto solo un punto. In testa al Girone C, quindi, resta l’Italia con 14 punti, seguita dagli svizzeri con 8 punti. Ma questi ultimi hanno due partite in meno da dover ancora giocare.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Mancini Italia
Roberto Mancini (Getty Images)

L’Italia e la qualificazione ai Mondiali: ecco lo scenario

Come riferito da ‘La Gazzetta dello Sport’, se la Svizzera dovesse vincere le due partite che ancora non ha avuto modo di giocare, il 12 novembre incontrerà l’Italia a pari punti. Se ciò dovesse accadere, dunque, conterà il criterio della differenza reti. La Nazionale Italiana è al momento a più 11 gol, mentre gli svizzeri sono a più 3. Tutte e due le nazionali poi dovranno disputare un’ultima partita: l’Italia contro l’Irlanda del Nord e la Svizzera contro la Bulgaria.

LEGGI ANCHE >>> Italia trascinata da Raspadori e Kean, Mancini: “Il futuro è nelle loro mani”

Il regolamento, perciò, prevede che solo la squadra che si classificherà come prima del girone sarà direttamente qualificata ai Mondiali. La seconda classificata, invece, dovrà partecipare ai playoff. A questi prenderanno parte, in tutto, 12 squadre: 10 che sono le seconde classificate e 2 che sono state le migliori dei gironi di Nations League. L’imperativo, in ogni caso, per l’Italia è vincere. A qualsiasi costo per essere sicuri della partenza verso il Qatar nel 2022.