Haaland alla Juventus: la frase che fa sognare i bianconeri

Haaland con le braccia alzate
Haaland (Getty Images)

Federico Cherubini ha parlato anche delle strategie di mercato della Juventus, con una frase che può far sognare i bianconeri

Ci sono giovani che tra un po’ sbarcheranno in prima squadra e calciatori più avanti con l’età che non sono da considerarsi obiettivi. Federico Cherubini, responsabile dell’area calcio della Juventus, in un’intervista a ‘Tuttosport’, analizza le prospettive di mercato del club bianconeri. Si parte dalla linea giovani e da quei calciatori che dall’Under 23 o dalla Primavera potrebbero arrivare in prima squadra: “C’è qualche profilo molto interessante per il quale si può coltivare la speranza del passaggio interno”. Evitando magari quei prestiti che possono aiutare i giovani a crescere ma anche rappresentare dei rischi.

Cherubini delinea poi l’identikit dei prossimi colpi: “Sono convinto che potremo cogliere altre opportunità, – spiega  – ovviamente orientate al tipo di campagna acquisti che abbiamo condotto finora: giovani con grandi potenzialità e, possibilmente, italiani”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Cherubini con Allegri e Nedved (
Cherubini con Allegri e Nedved (Getty Images)

Juventus-Haaland, Cherubini: “Non precludiamo niente”

Una linea che escluderebbe Haaland dagli obiettivi bianconeri. Il norvegese però Cherubini non vuole depennarlo completamente: “Seguendo l’ordine delle cose direi che non parteciperemo alla corsa per lui”. Aggiungendo però una frase che lascia la porta aperta: “Siamo alla finestra se capitano opportunità: non vorrei precludere niente a prescindere”.

LEGGI ANCHE >>> Napoli-Juventus, riecco Chiellini: cambia la difesa titolare di Allegri

Una linea però è certa: “Qualsiasi investimento andrà nella direzione di un profilo giovane. È completamente fuori dal nostro piano investire su altri giocatori”. Si proverà a farlo per Dybala per il cui rinnovo Cherubini si dice ottimista: “C’è l’intenzione da tutte le parti di raggiungere un accordo soddisfacente”. E aggiunge: “Non mi interessa metterci un incontro in più se alla fine raggiungo un accordo soddisfacente”.