Pedro senza freni: “Sarri alla Guardiola” e la frecciata alla Roma

Pedro in campo
Pedro (Getty Images)

Dall’addio alla Roma, alla figura di Sarri e il paragone con Guardiola: Pedro senza freni nella sua intervista a ‘Lazio Style Channel’

Nel corso dell’ultima estate, ha cambiato sponda del Tevere. E adesso, dopo un anno (controverso) alla Roma, sta già illuminando con la maglia della Lazio: “Non mi aspettavo un’accoglienza simile, è stata una gran bella sorpresa”, spiega Pedro nel corso di una lunga intervista concessa a ‘Lazio Style Channel’. “Lavorare con Sarri è un’allegria, mentre alla Roma stavo vivendo una fase complicata della mia carriera. Ero fuori rosa, nessuno tra allenatore e dirigenti ha parlato con me. Mi è stato soltanto detto di andare via”.

Una bella ‘stoccata’ alla Roma, con Pedro che poi non ha dubbi: “Quando ho parlato con Sarri, ho colto subito l’occasione bellissima di arrivare qui. Sono davvero felice di essere alla Lazio e poter giocare con questi colori”. D’altronde, l’ex Barcellona dice grazie al suo ritrovato allenatore: “Sono qui per lui, non vedo l’ora di restituire tutta la sua fiducia in campo e rendere entusiasti tutti i tifosi biancocelesti”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Pedro in allenamento
Pedro (Getty Images)

LEGGI ANCHE >>> “Resterà fuori parecchio”, altra tegola pesante in Serie A

Pedro su Sarri: “Per me è come Guardiola”, poi il messaggio al Milan

Sarri ha una filosofia di gioco difficile da capire, ma che rende tutto più bello. E’ un allenatore che può far bene in qualsiasi campionato e, adesso, sta trasmettendo le sue idee a tutto il gruppo. Conosco bene il suo gioco e per me è più facile giocare”. Poi Pedro si sbilancia: “Lavorare con lui vuol dire imparare sempre. E’ una persona molto importante per me, come lo è stato Guardiola ai tempi del Barcellona“.

Infine, il messaggio al Milan in vista della prossima di campionato: “Sarà una partita difficilissima, loro sono molto aggressivi, ma possiamo far bene. Io voglio sempre vincere, lo ripeto ogni volta ai miei compagni nello spogliatoio. Bisogna lavorare per vincere, lo scopo di questo gioco è alzare tanti trofei”.