Scamacca e gli eurogol annullati, che maledizione: c’era già un precedente

Scamacca col Sassuolo
Scamacca (Getty Images)

Gli eurogol annullati e la maledizione che perseguita Scamacca: prima del mancato 2-2 con la Roma, c’era già un precedente

Un 2-1 al cardiopalma, quello che Roma e Sassuolo hanno confezionato tra le mura dell’Olimpico. Una partita bellissima, vissuta a ritmi elevati, con tantissime occasioni da una parte e dall’altra. Insomma, giallorossi e neroverdi si sono già resi protagonisti di una di quelle che si candida ad essere come una tra le partite più belle di questa stagione.

E a pensare che, dopo la rete al 91′ di El Shaarawy, per poco non si è sfiorato l’incredibile colpo di scena. A tempo ormai scaduto, Ayhan getta in area il pallone dell’ave Maria e pesca Scamacca, che mette a segno il 2-2 con un siluro in due tempi, gelando momentaneamente l’Olimpico con un eurogol da incorniciare.

Tutto bellissimo, anche se il VAR è suonato come la sveglia del lunedì mattina, per i sogni di gloria del neroverde Scamacca. Purtroppo per Dionisi ed il suo Sassuolo, il giovane bomber era in offside e il suo gol inutile. Un episodio che alimenta la personale ‘maledizione’ del giovane attaccante degli emiliani.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Scamacca con la Nazionale
Scamacca (Getty Images)

LEGGI ANCHE >>> Lazio, Milinkovic Savic lancia una frecciata all’ex Inzaghi

La Roma come l’Ucraina: la personale ‘maledizione’ di Scamacca

Dopotutto, questa non è la prima volta che Scamacca vede annullarsi un gol così bello e pesante, nei minuti di recupero. Riavvolgendo il nastro, arriviamo all’11 giugno del 2019. L’Italia è sotto 1-0 contro l’Ucraina, nel Mondiale Under 20. L’attaccante del Sassuolo è al centro dell’attacco del CT Nicolato, mentre gli azzurri spingono nei minuti di recupero per portare la gara ai supplementari.

A tempo quasi scaduto, Capone getta in area il pallone dell’ave Maria (déjà-vu), e dopo una serie di rimpalli, arriva al bomber neroverde. Spalle alla porta, l’ex Roma la controlla al volo e in acrobazia segna l’incredibile pareggio che tiene in vita il sogno Mondiale per l’Italia Under 20.

Ancora tutto bellissimo, ma il VAR annulla di nuovo tutto: nel coordinarsi in area di rigore, Scamacca aveva sgomitato illegalmente ai danni del capitano ucraino, Valeriy Bondar, costringendo l’arbitro Claus a rivedere l’episodio al monitor e rendere inutile l’eurogol dell’1-1.

Due anni dopo, l’attaccante romano ricade nello stesso loop. Nella speranza sua e del Sassuolo, che sia l’ultimo di questa ‘maledizione’.