“Era da marzo che succedeva”: la critica di Allegri dopo la vittoria col Malmoe

Allegri in campo
Allegri (Getty Images)

La Juventus sbanca Malmoe e Allegri si dice contento ai microfoni di Sky Sport: le parole del tecnico bianconero nel post-gara

Buona la prima, nonostante le difficoltà del periodo. La Juventus parte col piede giusto in Champions League e supera il Malmoe senza troppe difficoltà. “Il debutto in Champions non è mai facile, soprattutto in questo momento”, spiega Massimiliano Allegri ai microfoni di ‘Sky Sport’, nell’immediato post-gara.

“Non potevamo lasciare punti per strada, i ragazzi sono stati bravi – ha continuato il tecnico livornese, analizzando poi la gara della sua Juventus – Abbiamo avuto una buona gestione della palla, ma possiamo ancora migliorare in alcune fasi di gioco. Arrivavamo un po’ in ritardo nella pressione avanzata, però bisogna dare il tempo ai nostri di conoscersi tra loro”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

 

Allegri in campo
Allegri (Getty Images)

LEGGI ANCHE >>> Inter, il nuovo ritornello di Inzaghi è dimenticare il passato e Conte

Juventus, buona la prima con il Malmoe: le parole di Allegri

Poi Allegri si è spostato sulle prove dei singoli: “Rabiot è un giocatore straordinario, neanche lui è consapevole del potenziale che ha a disposzione. Quando strappa è devastante e poi ha grande qualità. Sono molto contento della sua partita”. Parole il tecnico della Juventus ha riservato anche per Szczesny, grande indiziato dopo l’ennesimo errore col Napoli: “Stasera ha fatto una bella partita, tirando via una palla molto più difficile rispetto a quella di sabato. Ci sta sbagliare a volte, anche se paghi a caro prezzo. Poi non è che la squadra perde valore nel giro di 15 giorni”.

Infine, un passaggio sui prossimi impegni. Nel weekend, la Juventus ospiterà il Milan di Stefano Pioli, in un match che si preannuncia molto complicato per l’undici bianconero. “Giocheremo contro una squadra in forma, che gioca da due anni insieme e che sta attraversando un periodo di grande entusiasmo – ha spiegato Allegri – Mantenere la porta inviolata stasera ci dà già un morale diverso. La Juventus prendeva gol dal 2 marzo, adesso dobbiamo continuare a mantenere il nostro equilibrio”.