“Una roba agghiacciante”: Champions nel caos, l’inspiegabile scelta nel mirino

Kabakov guarda il VAR
Kabakov (Getty Images)

Wolfsburg-Siviglia è terminata 1-1, ma la decisione di Kabakov di assegnare un rigore agli spagnoli ha scatenato tantissime polemiche.

Ieri si è conclusa la seconda giornata della fase gironi della Champions League. I risultati più roboanti delle gare giocate ieri sono stati sicuramente la vittoria della Juventus del Chelsea per 1-0 grazie al gol di Chiesa e il tracollo del Barcellona in Portogallo che ha perso per ben 3-0 contro il Benfica.

Ottimo anche il successo dell’Atalanta ai danni dello Young Boys per 1-0 con la rete decisiva siglata da Pessina. Un altra gara che ha fatto discutere, e che lo farà anche nei prossimi giorni, è Wolfsburg-Siviglia che è terminata 1-1. A far innescare le polemiche è stata la decisione dell’arbitro bulgaro Georgi Kabakov di concedere un rigore agli spagnoli nei minuti finali.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Wolfsburg-Siviglia, Kabakov assegna un rigore molto dubbio anche dopo l’On field review

Il direttore di gara ha assegnato un rigore al Siviglia, poi realizzato da Rakitic, all’87′ per un fallo di Guilavogui su Lamela. Nonostante la chiamata del VAR all’On field review, Kabakov non ha cambiato la sua decisione. Van Bommel, allenatore del Wolsburg, si è pronunciato così in conferenza stampa: “Il rigore non c’era assolutamente, si sta esagerando con il VAR. Non ho capito perché l’arbitro ha preso questa decisione”.

LEGGI ANCHE >>>  Chiesa sbotta in diretta sul rapporto con Allegri: “Colpa loro”

A commentare l’episodio controverso è anche l’ex arbitro Luca Marelli su ‘Twitter’: “L’On field review, il rigore assegnato e la doppia ammonizione in Wolfsburg-Siviglia non è questione del protocollo che riguarda il Var. E’, in maniera molto semplice, una roba agghiacciante che non deve ripetersi”.