“Nessun risentimento”: il padre dell’ex Milan non ha dubbi dopo l’addio

Hauge, Theo e Castillejo col Milan
Theo, Castillejo e Hauge ai tempi del Milan (Getty Images)

Per la prima volta dopo la cessione si sa di più sull’addio di Jens Hauge al Milan. Ne ha parlato il padre del giocatore attraverso i social. 

Arrivato al Milan durante la finestra estiva di calciomercato del 2020, Jens Petter Hauge non è durato molto in rossonero. L’esterno offensivo classe ’99 si è trasferito all’Eintracht Francoforte in Bundesliga in prestito con obbligo di riscatto, fissato a 12 milioni di euro.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Milan, il padre di Hauge parla dopo l’addio in estate

L’approccio del giocatore con i rossoneri è stato tutt’altro che negativo. Hauge ha trovato spazio nella prima parte della scorsa stagione coi rossoneri, raggiungendo 24 presenze con 5 reti e una assist. Numeri che non sono bastati per convincere la società a puntare ancora su di lui. Da qui la decisione di accettare di cederlo e seguire i piani offensivi di mister Pioli con altri elementi a disposizione.

LEGGI ANCHE >>> Il gol più bello di sempre di Hamsik è stato annullato sabato: l’incredibile vicenda

Il Milan ha parlato chiaramente e ciò ha aiutato a concludere positivamente il rapporto. È quanto traspare dalle parole del padre del calciatore, che ha risposto a una domanda su ‘Twitter’: “Non posso dire le ragioni del trasferimento di Jens, ma guardate Leao, Brahim, Rebic e Saelemaekers, così talentuosi, chi se ne sarebbe dovuto andare? Nessun risentimento. La famiglia del Milan è stata assolutamente fantastica e di supporto, ecco perché la amiamo ancora. Sempre Milan, i migliori auguri”. Diplomatico? Probabile, ma anche sincero.