Dzeko fa lo ‘Sheriff’. Ancora una delusione per il Milan

L'Inter festeggia il trionfo sullo Sheriff
Inter-Sheriff, Champions League (Getty Images)

Una vittoria e una sconfitta. L’Inter trionfa in Champions, mentre il Milan viene battuto dal Porto. La sintesi delle due sfide.

Notte felice per l’Inter e complicata per il Milan. La squadra di Inzaghi si è imposta con una tripletta contro lo Sheriff, mentre i rossoneri non hanno retto ai lusitani e hanno maturato una sconfitta per 1-0 a Oporto. Risalgono leggermente le quotazioni dei nerazzurri per il passaggio del turno, mentre il Milan è ancora sul fondo della classifica.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

L’Inter trionfa contro lo Sheriff, il Porto sconfigge il Milan

Vidal festeggia il gol allo Sheriff
Vidal in Inter-Sheriff (Getty Images)

Il primo tempo di Inter-Sheriff è piuttosto intenso. La squadra ospite parte all’arrembaggio con un tentativo di Cristiano al 7′ frenato da Perisic, ma poi la maggior parte delle occasione le maturano proprio i padroni di casa soprattutto con Dzeko, il cui tocco al 17′ è troppo centrale e non riesce a firmare il match. Tuttavia al 34′ arriva il gol del bosniaco: da corner, Dimarco calcia e una deviazione di Vidal favorisce Dzeko, il quale di sinistro incrocia al volo ed è rete. Thill dello Sheriff impensierisce con il pareggio al 53′: punizione in favore degli ospiti calciata da 25 metri. Handanovic non riesce a spingerla fuori e Thill ne approfitta per la rete. La “paura” dura poco perché Vidal in cinque minuto rimette in piedi il vantaggio. Dzeko s’inserisce dalla sinistra e serve il cileno, che conclude di mancino. L’Inter è più padrona della sfida, che conclude virtualmente al 67′ con de Vrij. Ancora dalla corsia di sinistra, Brozovic va sul palo lontano per Dumfries e de Vrij gira a volo nell’area piccola. 3-1 per i nerazzurri.

LEGGI ANCHE >>> “Sta sbagliando tutto”: Porto-Milan, i tifosi hanno già individuato il peggiore

La prima frazione di gioco di Porto-Milan è uno scambio di possibilità tra le due squadre. Entrambe maturano diverse giocate pericolose con Luis Diaz e Leao principalmente, ma nessuna delle due formazioni riesce a concretizzare le opportunità. Il protagonista è Taremi, che sciupa tre palle gol ma brucia facilmente Tomori, che non ne regge la pressione. Kjaer diventa il principale riferimento difensivo. La squadra rossonera resiste agli assalti e chiude sullo 0-0 il primo tempo. Nel secondo finisce per soccombere al Porto: al 65′ arriva la rete che i lusitani hanno comunque meritato. Dalla destra Joao Mario crossa e virgola Oliveira. La sfida arriva a Taremi, che evita Bennacer e serve Luis Diaz. Con un destro rasoterra viene battuto Tatarusanu. I rossoneri restano comunque in partita ma faticano a prendere campo e il Porto riesce a conquistare i tre punti.