Cagliari-Roma, il gesto razzista costa caro: denuncia e rischio Daspo a vita

Lega Serie A contro il razzismo
Campagna della Lega Serie A contro il razzismo (LaPresse)

Denunciato un tifoso del Cagliari per razzismo nei confronti del calciatore della Roma Felix Afena-Gyan. L’episodio durante il match del 27 ottobre.

Il problema razzismo negli stadi sembra non voler cessare in Italia. Anche se negli ultimi anni abbiamo assistito ad un miglioramento su tale fronte, gli episodi disdicevoli rimangono comunque molti. Anche per questo si sta continuando con la linea dura.

Ultimo autore di questo gesto da condannare un “tifoso” del Cagliari che, come riposta l’ANSA, è stato denunciato dalla DIGOS per “atti di discriminazione per motivi razziali” e “violenza o minaccia nei confronti degli addetti dei luoghi ove si svolgono manifestazioni sportive”. Questo a causa di insulti reiterati nei confronti del calciatore della Roma Felix Afena-Gyan.

L’uomo, un 49enne di Nuoro, durante il match del 27 ottobre, avrebbe rivolto in maniera veemente offese al calciatore sulla base del colore della pelle, tanto da costringere una steward a farlo presente alle autorità.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Cagliari-Roma
Azione di gioco durante Cagliari-Roma (LaPresse)

Razzismo: Felix Afena-Gyan, ultimo di una lunga serie

La pronta denuncia dell’uomo dimostra come la FIGC e le autorità stiano continuando a mantenere la guardia alta e il pugno duro. Il “tifoso” ora, oltre alla denuncia, rischia anche ulteriori provvedimenti pesanti, come il Daspo a vita.

LEGGI ANCHE >>> United, scelto il nuovo tecnico: ma per Ronaldo & Co. futuro ancora incerto

L’episodio purtroppo è solo l’ultimo di una lunga serie di spiacevoli insulti, come ad esempio quelli rivolti a Koulibaly durante il match tra Napoli e Fiorentina o quelli a Duncan durante Lazio-Fiorentina.