“Caso Dybala? Una nefandezza”: Juventus, la sentenza di Sabatini

Le considerazioni di Walter Sabatini, neo direttore sportivo della Salernitana, in merito al caso Paulo Dybala che esiste rispetto al rinnovo con la Juventus. 

Per la Salernitana è stata una giornata speciale. La nuova proprietà dell’imprenditore campano Iervolino ha presentato l’uomo di fiducia della società, ovvero Walter Sabatini. All’ex Roma andrà la responsabilità di costruire i granata del futuro e la sfida è stata accolta da lui stesso con grande entusiasmo.

Dybala esce dal campo pensieroso
Paulo Dybala, Juventus (Getty Images)

In occasione della sua presentazione, a Sabatini è stata chiesta anche un’opinione sul caso Paulo Dybala.

L’attaccante della Juventus sta vivendo un momento difficile, soprattuto in relazione alla società, poiché è lontano dal rinnovo contrattuale e potrebbe lasciare la squadra bianconera. Il direttore sportivo ha un’opinione netta: “Cosa penso di quello che sta accadendo a Dybala? È una nefandezza. Se va via anche lui mi vesto a lutto. È un giocatore sublime, restituisce la gioia del calcio della piazzetta, dei ragazzini, della strada. Mi dispiacerebbe veramente molto”.

Walter Sabatini sorridente
Walter Sabatini (Getty Images)

Salernitana, Sabatini difende Dybala ma è già un caso

Il Ds definisce una nefandezza avere in bilico un elemento come Dybala, ma evidentemente la situazione dall’interno non è così chiara. La situazione dell’argentino, infatti, ha iniziato a compromettersi già tempo fa, intorno all’estate del 2019 con la presenza di Ronaldo in squadra, la quale aveva in qualche modo condizionato la sua: Dybala sembrava vicino al Manchester United.

LEGGI ANCHE >>> Roma, senti Beto: “Sergio Oliveira, che orgoglio. E su Mourinho…”

L’emergenza sanitaria mondiale ha poi cambiato i piani e le prospettive. Dybala è rimasto ma la dirigenza stessa ha modificato i suoi interpreti e in panchina si sono susseguiti diversi cambi. La proposta di rinnovo è stata fatta ma poi si è preso del tempo. Un atteggiamento e alcune dichiarazioni pubbliche che hanno infastidito il calciatore, il quale comincia seriamente a pensare di andare via e probabilmente la Juventus non farà troppo per trattenerlo.