“Gol da annullare”: Genoa-Lazio nel caos, scoppia la polemica

In questi minuti si sta giocando Genoa-Lazio, ma è scoppiata una grande polemica per una decisione da parte del VAR.

Da pochi istanti è iniziato il secondo tempo della gara tra il Genoa e la Lazio. Il primo tempo della gara di Serie A è terminato con il risultato di 0–2 a favore dei biancocelesti. I capitolini sono passati in vantaggio al 31’ con l’ottima percussione di Marusic, che ha battuto Sirigu con un destro piazzato. Il secondo gol di Immobile è stato realizzato negli ultimi secondi della prima frazione di gara.

Badelj marca Immobile
Immobile con Badelj (LaPresse)

La partita del Marassi è stata vibrante sin dall’inizio. La prima vera occasione della partita è stata proprio per i liguri, che hanno sfiorato il gol con il colpo di testa di Ostigard respinto dal grande intervento di Strakosha. 

Al 29’ è arrivato l’episodio che sta innescando tantissime polemiche. Piccoli, infatti, viene steso da Acerbi all’ingresso dell’area di rigore biancoceleste, ma l’arbitro Manganiello, dopo anche il check del VAR, ha fatto continuare il gioco. Nell’azione successiva, con il Genoa ancora sotto shock,  è arrivato il gol del vantaggio laziale di Marusic. 

Manganiello perplesso
Manganiello (LaPresse)

Genoa-Lazio, polemica per la decisione del VAR di non concedere un rigore ai liguri

Sui social si sono subito innescate tantissime polemiche. Tanti tifosi, non solo quelli del Genoa, si sono lamentati della mancata assegnazione del rigore ai padroni di casa e che, quindi, il gol seguente della Lazio era poi da annullare: “Rigore solare non dato al Genoa ma cosa fanno al Var?). Azione seguente arriva la rete della Lazio”. Un altro sostenitore attacca direttamente il sistema calcio italiano: “E’ davvero imbarazzante”.

Anche i tifosi presenti al Marassi hanno protestato a lungo per la mancata assegnazione del rigore al Genoa, ma poi ‘Sky Sport’ ha dato una spiegazione sull’accaduto. Come riportato dall’emittente satellitare, infatti, il VAR non ha concesso il rigore perché ha verificato che l’intervento di Acerbi su Piccoli era fuori area e che, come stabilisce il protocollo, non poteva cambiare la decisione dell’arbitro.