“Rischia la panchina”: caos Milan, la bocciatura è netta

Dopo la prestazione decisamente sottotono contro il Chelsea, il giocatore del Milan rischia la panchina e potrebbero cambiare gli equilibri.

Un netto 3-0 a Stamford Bridge ha stecchito il Milan nella terza giornata dei gironi di Champions League. I rossoneri sono stati battuti dal Chelsea, dei quali fa parte anche l’ex azzurro Kalidou Koulibaly tra i nuovi acquisti. Proprio in merito a questi stessi, nel caso del Milan la prestazione è stata al di sotto delle aspettative. Nello specifico se ci riferiamo a Charles de Ketelaere.

Pioli pensieroso
Stefano Pioli, Milan (LaPresse)

Il giocatore è sembrato in difficoltà e poche volte si possono ricordare i suoi tentativi di avvicinarsi alla porta avversaria. Probabilmente, da quando è arrivato in rossonero, è stata la gara meno soddisfacente.

Il tecnico Pioli dalla sala stampa ha chiaramente difeso il suo giocatore, dichiarando pubblicamente: “Non andiamo sui singoli, guardiamo alla squadra. Il gruppo non ha fatto bene e ciò ha inciso anche sulle giocate dei singoli”.

De Ketelaere in azione contro il Chelsea
Charles de Ketelaere, Chelsea-Milan (LaPresse)

Milan, de Ketelaere rischia la panchina: la situazione

Secondo quanto riferisce ‘La Gazzetta dello Sport’, al di là delle reazioni davanti al pubblico, Stefano Pioli col suo staff fa delle riflessioni decisamente più approfondite. È ben nota la predilezione del tecnico per il suo elemento offensivo, da pochi mesi arrivato dal Club Bruges e appena 21enne, ma contro il Chelsea sembrava aver smarrito il senso della posizione oltre ad essere poco produttivo.

Sorge quindi spontaneo immaginare che per il big match di sabato pomeriggio contro la Juventus, de Ketelaere rischia la panchina o meglio non ha il posto scontato tra i titolari. Dovrà lavorare nei giorni che restano a disposizione per lanciare subito un messaggio di ripresa e convincere il tecnico che quanto accaduto in Champions League è stato meramente un episodio, o meglio una serata storta, da dimenticare.