Fiorentina, tre punti d’oro. Cesena gioca ma non conclude. Infortunato Mutu.

di Franco Avanzini
La Fiorentina vince 1 a 0 e vola in classifica superando, almeno a stasera, numerose formazioni in una graduatoria sempre molto corta. Ha deciso l’uomo in più di questa squadra: Alberto Gilardino. Il Cesena, come al solito, ha dato tutto, pagando gravi lacune offensive. Viola con il trio Cerci-Mutu-Vargas alle spalle dell’unica punta Gilardino. In porta ancora Boruc a sostituire l’infortunato Frey che rientrerà solo nel prossimo anno. Un 4-3-3 con Jimenez nel trio offensivo del Cesena. E la tattica dei romagnoli permette alla squadra romagnola di giocarsela a viso aperto. Al 3’ Schelotto lancia Giaccherini che tira ma Boruc blocca a terra. La Fiorentina ci prova con Mutu ma la conclusione è fiacca ed Antonioli para facilmente. Cerci, dopo un batti e ribatti in area di rigore, si presenta dinanzi al portiere avversario ma di sinistro alza sopra la traversa. Al 15’ Cerci lancia Mutu che si alla rga sulla destra etira in diagonale ma Antonioli blocca a terra. Il Cesena comunque non sta a guardare anche se Boruc non viene molto impegnato. Gilardino spesso va a contrasto con Belauane che in pratica lo marca ad uomo ed a tutto campo. La gara si scalda e la Fiorentina colleziona una buona occasione al 29’ quando Gilardino si smarca bene sul primo palo ma Antonioli blocca a terra il suo tiro. Viola che insistono ma non passano. Gilardino e Mutu vengono marcati molto stretti così spesso la palla arriva nella zona di Cerci che però non sembra in palla. Al 32’ arriva la prima ammonizione ed è il cesenate Belauane a subirne le conseguenze per un fallo su Gilardino. Nove minuti dopo Mutu è costretto a lasciare il campo per uno stiramento che lo terrà fuori almeno un mese. Altra tegola per la formazione di casa.. Al suo posto entra Ljajc. E’ l’ultima emozione, si fa per dire, del primo tempo che si chiude con uno 0 a 0 fischiato dai tifosi viola.L’inizio della ripresa è favorevole al Cesena che tenta di farsi vedere maggiormente in avanti. Comotto finisce sul cartellino giallo dell’arbitro per un intervento falloso. Nella ’viola’ però c’è un campione che si chiama Gilardino. E’ il 13’. Cerci crossa il bomber stoppa la palla e si gira. E’ il 133esimo gol in serie A per Gilardino che raggoiunge Pruzzo nella speciale classifica di tutti i tempi. Partita sbloccata e Fiorentina in vantaggio. Un minuto dopo Mihailovic mette in campo D’Agostino al posto di Santana. Il Cesena attacca ma non crea nulla. I padroni di casa invece spingono ed Antonioli è costretto ad uscire sui piedi di Ljajc per evitare guai peggiori. Al 24’ angolo di Vargas, testa di Comotto e palla i poco sopra la traversa. Quattro minuti dopo entrano Fatic e Ceccarelli sostituendo rispettivamente Schelotto e Lauro. Cesena che si butta in avanti e, mentre i viola inseriscono Marchionni per Vargas, i bianconeri inseriscono un altro attaccante Ighalo togliendo Giaccherini. Locali che giocano in contropiede soprattutto con Cerci e Ljajc, bravi a tener palla incollata al piede. Nel finale ammonito D’Agostino per gioco non regolamentare. Cesena che ci prova ma le idee non sono chiare e la Fiorentina porta a casa un successo prezioso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *