Milan, Pier Silvio Berlusconi fiducioso: “Closing? Il 13 dicembre sarà un giorno importante”

Milan, BerlusconiMILAN, PIER SILVIO BERLUSCONI FIDUCIOSO – Il prossimo 13 dicembre, se tutto andrà per il verso giusto, il Milan finirà nelle mani dei cinesi. Il condizionale è però d’obbligo: non ci sono ancora certezze, dato che ci sono di mezzo molti soldi e inghippi burocratici e dunque tutto potrebbe slittare di un mese. Ci sono anche le parole di Silvio Berlusconi, che alimentano ancora di più i dubbi sulla trattativa.

Ad essere più fiducioso è il figlio del numero uno rossonero, Pier Silvio Berlusconi“Se tutto va come deve andare, e non vedo perché no, mi sembra che ci siano delle certezze“, ha detto nelle parole riportate da SportMediaset. Eppure suo padre sembra non voler mollare la sua “creatura”: “Beh, perché è una vicenda di cuore come ha detto più volte – ribadisce Pier Silvio – Ma oggi ha deciso così ed è giusto così.  Mio padre ‘fuori’ dal Milan? Fuori è una parola che non mi piace, mio padre ha giustamente deciso che il suo legame con il Milan rimarrà sempre di cuore ma sarà diverso. Non so se farà il presidente onorario. Io non lo farei, ma probabilmente glielo chiederanno”. 

L’ad Mediaset spiega anche quali sono i motivi della decisione del padre: “Dopo tanti anni è giusto così. Anzi, io lo vivo come un atto di coraggio e di amore nei confronti del Milan. Spero e penso che il Milan avrà la possibilità di competere con importanti investimenti. Il mondo del calcio è cambiato, purtroppo il calcio italiano non è in una situazione facile. Certo fa un po’ strano vedere l’ingresso di investitori stranieri”