Lazio-Inter, Inzaghi: “Dopo il pareggio si è spenta la luce”. Vecchi: “Buona gara, merito di tutti”

LAZIO-INTER, INZAGHILAZIO-INTER, INZAGHI E VECCHI NEL DOPO GARA – L’Inter torna alla vittoria dopo 8 giornate battendo la Lazio in trasferta per 3-1. Nerazzurri costretti alla rimonta dopo l’iniziale svantaggio targato Keita su rigore. Esito tutto sommato ininfluente per la classifica di entrambe le squadre: l’Inter aggancia la Fiorentina al settimo posto mentre i biancocelesti restano al quinto posto a +1 sull’Atalanta.

Queste le dichiarazioni a caldo rilasciate ai microfoni di Premium Sport dal tecnico della Lazio, Simone Inzaghi:

Penso che la stagione resta straordinaria anche se c’è un po’ di rammarico perché volevamo chiudere bene davanti ai nostri tifosi. Abbiamo giocato bene per 30 minuti e dopo aver subito il pareggio si è spenta un po’ la luce. Bisogna cercare di trattenere i nostri migliori giocatori per costruire un ciclo. Mercoledì scorso abbiamo speso tanto sia fisicamente che mentalmente ma stasera abbiamo regalato due goal. Ci sta di perdere una partita, per fortuna il discorso Europa era già chiuso anche se vogliamo arrivare quinti. Futuro? Mi incontrerò col presidente anche se credo che continuerò qua la mia avventura“. 

Ed ecco invece quanto affermato nel dopo partita dall’allenatore dell’Inter, Stefano Vecchi, ai microfoni di Premium Sport:

L’Inter è una squadra che in questo momento non riesce a giocare con continuità ed a gestire le partite. Abbiamo vinto soprattutto perché siamo riusciti a tirare fuori quelle energie che nelle altre gare non siamo riusciti a tirar fuori. L’Inter ha giocatori di personalità e oggi vorrei rendere merito a giocatori che hanno indossato questa maglia da sempre come Andreolli, Santon e Pinamonti. Merito comunque di tutti, abbiamo giocato una buona gara. Gabigol? Come tutti quelli che sono in panchina sperava di entrare, ha delle buone qualità e dovrà metterle a servizio del gruppo; sarà per la prossima volta. Dobbiamo ripartire dai piccoli particolari“.