Milan-Rijeka, Montella: “Il bicchiere è mezzo pieno”. Cutrone: “Calo mentale”. Musacchio: “Siamo uniti, crediamo nel progetto”

milan-rijeka, montellaMILAN-RIJEKA, MONTELLA, CUTRONE E MUSACCHIO A FINE PARTITA- Vittoria soffertissima per il Milan contro il Rijeka nella seconda giornata dei gironi di Europa League. I rossoneri si fanno rimontare il doppio vantaggio dai croati e solo nel recupero conquistano i tre punti grazie a Cutrone. Ecco le parole dei protagonisti ai microfoni di Sky Sport.

MILAN-RIJEKA, LE PAROLE DI MONTELLA

Pericolo scampato per Montella, che  tuttavia vede il bicchiere mezzo pieno: “Dobbiamo crescere nella gestione della partita e scalare un altro scalino. Anche al 70′ le partite devono essere gestite, mi è piaciuto lo spirito e l’orgoglio della squadra. Questo per me è molto importante ed il risultato era fondamentale. L’ esultanza sul gol? E’ stata bello vedere l’energia positiva della squadra. Bonucci? Lui è il capitano e deve trasmettre il carattere ai compagni, è il piu esperto.
Dobbiamo migliorare gli automatismi in difesa, abbiamo sofferto sul piano dell”approccio e della determinazione. Potevamo far meglio sul 2-0, ma alla fine è andata bene. Ci sono dei momenti durante la partita in cui andiamo in difficoltà, dobbiamo capire da cosa dipendono questi errori. Probabilmente serve una crescità nella tenuta mentale. Potreremo a casa esperienza e energia positiva, il modo in cui è avvenuta la vittoria può solo che farci migliorare”

MILAN-RIJEKA, LE PAROLE DI CUTRONE

Ancora decisivo il giovane Patrick Cutrone, l’uomo della provvidenza rossonera: “Abbiamo calato l’attenzione sul 2-0, un episodio ci stava condannando. Tolti quei 10 minuti abbiamo meritato la vittoria, continuiamo su questa strada. Credo che la flessione sia stata solo mentale, sono felice per il gol perchè ha aiutato la squadra a vincere”. 

MILAN-RIJEKA, LE PAROLE DI MUSACCHIO

Mateo Musacchio, autore del gol del 2-0, analizza il match: “E’ stata dura, siamo contenti del risultato ma non del modo in cui è arrivato. Dobbiamo migliorare, siamo giocatori che non si conoscono ancora, siamo una squadra nuova, vincendo queste partite facciamo esperienza e miglioriamo. Siamo tutti uniti, questo è un progetto che portiamo avabti insieme”.