Milan, su Montella si allunga l’ombra di Jorge Jesus

MontellaJORGE JESUS –  Da qualche settimana intense nuvole nere si sono appostate sul Milan di Vincenzo Montella. Non è un mistero che le partite contro il Chievo e contro la Juventus siano gli ultimi appelli concessi all’ex Aeroplanino. All’orizzonte per la panchina rossonera un allenatore portoghese. Ma non si tratta di Paulo Sousa, bensì di Jorge Jesus, attuale allenatore dello Sporting Lisbona. Secondo quanto riporta in esclusiva TuttomercatoWeb durante il recente viaggio in Portogallo il ds rossonero Mirabelli ha incontrato l’avvocato del tecnico dello Sporting. Un incontro che ha gettato le basi di una possibile, e immediata, collaborazione.

CHI E’ JORGE JESUS

Jorge Fernando Pinheiro de Jesus meglio noto come Jorge Jesus è nato ad Amadora il 24 luglio 1954. E’ un allenatore di calcio ed ex calciatore portoghese, di ruolo centrocampista, attualmente alla guida tecnica dello Sporting Lisbona. Inizia la sua carriera da tecnico nel 1990. Ma solo nella stagione 2008-2009, dopo una lunga trafila nelle squadre della bassa classifica della Primeira Liga, sale alla ribalta vincendo la Coppa Intertoto con il Braga. Il trofeo gli vale la chiamata del Benfica che dirige dal 2009 al 2015. Con i lusitani Jorge Jesus ha conquistato per tre volte il titolo Nazionale, una Coppa del Portogallo, cinque Coppe di Liga (record assoluto per un allenatore). Ha inoltre guidato il Benfica alla finale di Europa League per due volte di fila, nel 2013 e nel 2014, perdendo però in entrambe le occasioni.

LO SPORTING LISBONA DI JORGE JESUS

Il 5 giugno 2015, dopo sei anni alla guida del Benfica, è passato ai rivali storici dello Sporting Lisbona, con cui ha firmato un contratto triennale. In seguito a questo “tradimento” ha ricevuto diverse minacce di morte dai suoi ex-tifosi ed è stato messo sotto protezione dalla polizia portoghese. A fine stagione lo Sporting Lisbona ha chiuso il campionato al 2º posto in classifica, qualificandosi quindi in Champions League. Dopo il terzo posto dello scorso anno attualmente è secondo a due punti dal Benfica. Ma il contratto in scadenza, unito alla tentazione di fare il grande salto, rappresentano una grandissima occasione che Mirabelli vuole cogliere al volo.