Highlights Frosinone-Fiorentina 1-1. Video Gol, pagelle e tabellino del match

Pagelle Chievo Frosinone

Primo tempo non esaltante, ma ricco di occasioni per Frosinone e Fiorentina. In sostanza sono stati meglio i viola che sono andati vicino al gol con Simeone, Biraghi e Benassi, i quali però hanno trovato davanti a loro uno Sportiello decisamente pronto. I ciociari hanno avuto anche loro alcune occasioni soprattutto sfruttando i calci di punizione. Ed è proprio da schema su calcio piazzato che è scaturita l’azione più limpida per i padroni di casa, anche se al 32′ Capuano di testa ha indirizzato il pallone sul fondo da buona posizione. La migliore occasione nei sei minuti successivi alla Fiorentina con Beghetto, che ha sfiorato l’autogol centrando il palo deviando un cross di Biraghi.

Ad inizio del secondo tempo la Fiorentina passa in vantaggio. Chiesa scatta sulla sinistra e mette in mezzo trovando Benassi, che in modo fortunoso prende il pallone con la spalla superando Sportiello sul primo palo. Successivamente la Viola ci prova con Chiesa, ma senza troppa convinzione. Negli ultimi 15 minuti i ciociari, grazie anche ai subentrati Pinamonti e Cassata, aumentano il ritmo, ma è la Fiorentina ad andare vicina al 2-0 in contropiede. Tentativi a vuoto che all’88’ vengono puniti dal secondo gol in Serie A di Pinamonti. Pareggio beffa per gli uomini di Stefano Pioli che pareggiano per la quarta volta consecutiva.

FROSINONE-FIORENTINA, IL TABELLINO

Frosinone (3-4-2-1): Sportiello 6,5; Goldaniga 5.5, Ariaudo 5, Capuano 5,5 (76′ Soddimo 6); Zampano 5, Chibsah 6, Maiello 5, Beghetto 6; Campbell 5,5 (62′ Pinamonti 7), Vloet 5,5 (62′ Cassata 5,5); Ciofani 5,5. Allenatore: Longo 5,5

Fiorentina (4-3-3): Lafont 6; Milenkovic 6, Pezzella 6, Hugo 6,5, Biraghi 6; Benassi 6,5 (76′ Mirallas 6), Veretout 6, Gerson 5,5; Chiesa 6,5, Simeone 5 (87′ Vlahovic s.v.), Pjaca 5 (66′ Fernandes 6). Allenatore: Pioli 6.5

Marcatori: 47′ Benassi (FI), 88′ Pinamonti (FR)
Ammoniti: Zampano, Ariaudo, Maiello (FR)
Espulsi: –
Arbitro: Pasqua.

FROSINONE-FIORENTINA, GLI HIGHLIGHTS