Messi, Guardiola chiama: tre motivi per scappare dal Barça a gennaio

Messi Guardiola Barcellona
Messi e il Barcellona sempre più vicini a dirsi addio (Getty Images)

Messi non brilla più: il rapporto con il Barcellona è ai minimi termini, i blaugrana precipitano e Guardiola lo attende al City

Il divorzio tra Messi e il Barcellona potrebbe fare bene a entrambi e Guardiola ha già fatto scattare il conto alla rovescia per ricevere la Pulce nuovamente alla sua corte. Questa è la sentenza emersa ieri sera dal Wanda Metropolitano al termine del confronto tra Atletico Madrid e Barcellona.

Nei novanta minuti più recupero del match di Madrid, Messi in campo è sembrato un fantasma. Lontano anni luce dalla fama dalla quale è accompagnato da 15 anni a questa parte. A eccezione di un cross per la testa di Lenglet, l’argentino non ha mai lanciato segnali della sua classe. Dopo l’estate travagliata non è la prima volta che ciò accade.

Durante l’avvio di questa Liga, D10s ha segnato soltanto 3 gol. Brilla invece in Champions, in cui ne ha realizzati altrettanti nello stesso numero di partite. Il suo genio dunque si illumina ancora in Europa, un ambiente in cui forse sente meno la cappa del Barcellona.

La sua storia d’amore con i blaugrana è ormai arrivata ai titoli di coda. In estate, Leo alla fine ha scelto di rimanere ma probabilmente senza troppa convinzione. Non è un caso se in campionato l’unica gara in cui si è espresso ai suoi livelli è quella contro il Betis, in cui è partito dalla panchina. Una prestazione dettata forse più dalla frustrazione del campione sentitosi delegittimato che da altre motivazioni.

LEGGI ANCHE >>>  Psg, Tuchel addio: Motta, Allegri e un altro italiano per la successione

messi guardiola barcellona

Guardiola aspetta Messi a braccia aperte (Getty Images)

Per il post Barcellona, tra Guardiola e Messi potrebbe intromettersi soltanto il Psg

La sconfitta di ieri sera contro l’Atletico Madrid però potrebbe velocizzare il suo addio al Barcellona. Anticiparne la partenza potrebbe fare bene a tutti, in un momento in cui i catalani sono in piena crisi e lontani dalla vetta. Potrebbero approfittarne per tracciare le nuove basi, ripartendo dal ciclo dei vari Pedro, Trincao e Fati (ora infortunato).

Una partenza di Messi a gennaio consentirebbe inoltre di risparmiare sul sostanzioso ingaggio della Pulce, che in Spagna crea non pochi veleni. Poi c’è il clima teso intorno a lui. L’ultimo in ordine di tempo a gettare benzina sul fuoco è stato qualche giorno fa lo zio Antonie Griezmann al quale il numero 10 ha risposto tornando dal Sudamerica in seguito agli impegni con l’Argentina.

Poi c’è il City di Guardiola, che per poter contare subito su di lui e provare a risolvere i propri problemi sarebbe disposto a mettere sul piatto un po’ di milioni per concludere l’affare. Il richiamo economico non potrebbe passare inosservato dalle parti del Camp Nou, dal momento che le finanze non sono per nulla floride. Senza dimenticare che sulla stella argentina potrebbe farsi vivo pure il Psg, l’unico club che potrebbe mettersi in mezzo tra Messi e Guardiola nel post Barcellona.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Barcellona, Bayern e non solo: perchè la sosta fa crollare i giganti

Calciomercato Inter, rivelazione shock: “Messi nerazzurro? Sì, è possibile”