Belotti si guarda intorno, crisi granata la chiave per partire

Juve attenta Gallo
Andrea Belotti - GettyImages

Il Torino versa in una crisi profonda, il rinnovo di Belotti non arriva e dunque gli scenari per il futuro possono comprendere anche l’addio del Gallo.

Un avvio di campionato da film horror per il Torino, che deve fare in conti con un bottino quanto mai scarno sotto il punto di vista dei punti raccolti in queste prime otto partite di campionato. Lo sguardo di Giampaolo, dopo la partita persa all’ultimo momento contro la Lazio settimana scorsa, è la fotografia di un momento difficile per tutti l’ambiente.

La squadra non gira, è poco fortunata e come se non bastasse adesso deve far fronte anche all’emergenza Covid-19 che ha colpito diversi giocatori e anche lo stesso allenatore. Numeri impietosi per il Torino, peggiore difesa insieme a quella del Benevento (20 gol subiti), ed un attacco che spesso si è dovuto affidare a Belotti, autore di quasi la metà di tutti i gol della squadra (6 su 14).

LEGGI ANCHE >>> Inter-Torino, Lukaku salva Conte: ma Antonio è rimasto indietro

LEGGI ANCHE >>> Franco Vazquez in Italia: ci pensano Lazio, Fiorentina e Torino

La crisi che stimola l’addio

Quella di Belotti è una figura chiave all’interno del gruppo granata, probabilmente il giocatore sul quale anche la dirigenza ha riservato grande responsabilità. Un dare-avere, però, che sta dando al Gallo quanto probabilmente meriterebbe ormai da tempo. Il rinnovo, infatti, è uno dei temi cruciali da mesi, eppure nonostante un chiacchiericcio sempre più intenso, la firma non è arrivata.

E a frenare la corsa verso il prolungamento del contratto è probabilmente anche lo stesso giocatore, che dopo anni rapporto controverso con la maglia granata, sta adesso cercando di capire se non sia proprio questa crisi in casa Torino a poter essere lo spunto utile e necessario per decidere finalmente di cambiare aria.

Andrea Belotti
Andrea Belotti – GettyImages

Dove può andare Belotti?

Le squadre che seguono Belotti da tempo sono tante. Quello del 26enne nativo di Calcinate è un profilo interessante, con ancora diversi anni da vivere ad altissimi livelli. Ed ecco perchè le pretendenti non mancano, una su tutte l’Inter di Conte: Belotti potrebbe essere il sostituto ideale di Lautaro, ed ecco perchè la dirigenza nerazzurra non ha mai spento i riflettori sull’attaccante granata.

In passato, poi, ci sono stati anche il Milan ed il Napoli a mettere gli occhi su Belotti, salvo poi decidere di virare su attaccanti diversi. Dall’estero il chiacchiericcio ha riguardato in passato Atletico Madrid, Lipsia o Everton (solo per citarne alcune) e dunque sembra palese che in caso di cessione ci sarà l’imbarazzo della scelta.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

I social attaccano Insigne: interviene la moglie a difenderlo

Spezia, la rivelazione del calcio… Italiano. Uno strano mix per il successo