Clamoroso Casertana, solo 9 disponibili a causa del Covid: interviene l’ASL

Caso Casertana
Caso Casertana - GettyImages

Un caso clamoroso quello che si sta consumando in questi minuti in Campania, con la Casertana decimata dal Covid. Intervento dell’ASL.

Un caso incredibile si sta consumando in Serie C, con la Casertana protagonista. La squadra campana, come mostra la distinta presentata per la sfida contro la Viterbese, sarebbe pronta a scendere in campo soltanto con 9 giocatori.

Il grottesco caso, ovviamente, è condizionato dall’emergenza Coronavirus: la rosa a disposizione di mister Federico Guidi, infatti, è stata falcidiata in maniera netta dal Covid-19, ma nonostante i 15 positivi riscontrati, per regolamento la partita va giocata.

Da qui la decisione (di fatto imposta) per la Casertana di presentarsi con soltanto nove elementi a disposizione, e dunque schierabili in campo. Una situazione incredibile, che starebbe trovando ulteriori sviluppi proprio in questi minuti.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Interviene l’ASL, fischio d’inizio ritardato

Ad aumentare la proporzioni del caso che si sta consumando in queste ore a Caserta, è l’intervento dell’ASL locale: quest’ultima, infatti, è intervenuta in queste ore presso lo stadio Pinto per effettuare dei tamponi urgenti.

Il sospetto, ovviamente, è quello che ci siano altri casi di positività all’interno dei 9 giocatori disponibili o comunque all’interno dello staff tecnico. Sembrerebbe che alcuni di loro si trovino anche in stato febbrile, e proprio per questo si è ritenuto necessario intervenire subito a livello sanitario.

LEGGI ANCHE >>> Genoa, sconfitta fatale per Maran: Preziosi pronto al cambio

Il fischio d’inizio è in programma alle 18.15, ma non è da escludere un ulteriore rinvio, soprattutto se l’ASL dovesse ravvisare una situazione di pericolo tale da non consentire il regolare svolgimento dell’evento. In questi minuti sono attese ulteriori novità.

Quella del Covid resta, insomma, un’emergenza tangibile anche nel calcio professionistico. Chiaro che le norme vadano rispettate, ma più si scende di categoria e più risulta difficile pensare che il calcio possa proseguire nel pieno della sua regolarità.