Serie A, la volata per il titolo di campione d’inverno: brivido Juve

serie A campione d'inverno milan inter roma juventus napoli
Stefano Pioli (GettyImages)

Serie A vicina al giro di boa: Milan, Inter, Roma, Sassuolo, Napoli, Juventus e Atalanta per il titolo di campione d’inverno, due le favorite

Cinque giornate separano la serie A dal termine del girone d’andata: Milan candidato principale al titolo di campione d’inverno; sognano Inter, Roma, Sassuolo, Napoli, Juventus e Atalanta. Le ultime partono da molto lontano ma hanno una possibilità in più per accorciare le distanze dal primo posto.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

serie A campione d'inverno
Andrea Pirlo (GettyImages)

Serie A, corsa campione d’inverno: Juventus arbitro del titolo

Diversi scontri diretti e tre squadre con un match ancora da recuperare. La griglia di partenza, dopo il turno disputato ieri, per il titolo di campione d’inverno della serie A è chiara a tutti. Milan, Inter, Roma, Sassuolo, Napoli, Juventus e Atalanta possono ambire al titolo.

MILAN 34. L’ultima giornata prima di Natale ha confermato il primato del Milan. I rossoneri sono riusciti a piegare la Lazio in extremis. Dopo il gol fulmineo di Leao contro il Sassuolo, contro i biancocelesti è arrivato quello last minute di Theo Hernandez. La capolista da qui al termine del girone d’andata giocherà due volte in trasferta e tre in casa. Dopo la trasferta di Benevento, affronterà le due torinesi in casa: prima la Juventus e poi il Torino. La squadra di Pioli chiuderà poi con il Cagliari in trasferta e infine attenderà l’Atalanta al “Meazza”.

INTER 33. Un punto indietro rispetto al Milan, da qui al giro di boa dovrà fare i conti con un calendario, che al contrario dei cugini rossoneri, la vedrà tre volte di scena fuori e due in casa. Si parte con il match interno con il Crotone. La squadra di Conte poi dovrà affrontare le trasferte con Sampdoria e Roma, prima di rientrare a Milano contro la Juventus. Infine, chiuderà il girone d’andata a Udine.

ROMA 27. Quattro delle ultime cinque partite si giocheranno a Roma. I giallorossi hanno riscattato contro il Cagliari il tonfo di Bergamo. La squadra di Fonseca deve trovare continuità ma soprattutto buoni risultati contro le grandi. Nel nuovo anno Dzeko e compagni ripartiranno dalla Sampdoria. La trasferta di Crotone, successivamente, anticiperà i confronti con Inter e Lazio dell’Olimpico (contro i biancocelesti saranno ospiti). Infine, arriverà lo Spezia.

SASSUOLO 26. De Zerbi ha già messo in ghiaccio la salvezza con un girone d’andata strepitoso fino a questo momento. Gli emiliani però possono sognare di ridurre il gap con le prime posizioni malgrado il calendario non sia semplicissimo. Si parte con la trasferta in casa dell’Atalanta. Ritorno a casa contro il Genoa. E ancora trasferta a Torino contro la Juventus, match interno con il Parma e poi chiusura con la Lazio, a Roma.

NAPOLI 25. I partenopei devono ancora recuperare la partita con la Juventus (il Corriere dello Sport oggi ha svelato una possibile data per la sfida: 14 febbraio). La squadra di Gattuso dunque ha una gara extra per accorciare le distanze. Nelle altre cinque sarà tre volte in trasferta da qui al giro di boa. Cagliari è la prima tappa, Udine la seconda e Verona la terza. In mezzo gli incroci del “Maradona” con Spezia e Fiorentina alle 16esima e 18esima giornata.

LEGGI ANCHE >>> Milan, ancora guai per Pioli: nuovo infortunio in attacco

JUVENTUS 24. La squadra di Pirlo condivide con il Napoli il “bonus track” dell’Allianz Stadium. I bianconeri avranno un percorso complicato in trasferta. Le due uscite da qui alla fine del girone d’andata saranno contro Milan e Inter. Udinese (15esima), Sassuolo (17esima) e Bologna (19esima) saranno gli impegni casalinghi dei bianconeri.

ATALANTA 22. Anche gli orobici hanno una partita in meno. Il 20 gennaio recupereranno il match esterno con l’Udinese. La formazione di Gasperini potrà sfruttare subito due gare casalinghe alla ripresa: Sassuolo e Parma. L’insidia principale è il Milan, in trasferta, all’ultima giornata. Prima dei “Pioli’s boys” però i nerazzurri si cimenteranno nel confronto di Benevento e poi a Bergamo attenderanno il Genoa.