Clamoroso Juventus: tripla tegola in 45 minuti

Juventus McKennie Dybala Chiesa
Paulo Dybala

La Juventus perde McKennie, Dybala e Chiesa contro il Sassuolo: Pirlo trema in vista delle prossime due delicate sfide

Altre tre tegole per Andrea Pirlo che prima della gara con il Sassuolo ha dovuto già rinunciare a diversi uomini. Dopo pochi minuti di gioco l’allenatore bianconero ha dovuto rinunciare a Weston McKennie. Il calciatore americano è stato costretto a cedere il suo posto al 19′ sul risultato ancora fermo sullo 0-0. Successivamente sorte amara pure per Paulo Dybala e Federico Chiesa. Quest’ultimo, tuttavia, dopo lo spavento è tornato regolarmente in campo.

Al posto dell’ex centrocampista dello Schalke è dovuto entrare Aaron Ramsey, titolare nelle ultime due di campionato contro Udinese e Milan ma che Pirlo aveva deciso di lasciare in panchina nel confronto contro la squadra di Roberto De Zerbi.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Juventus McKennie Dybala Chiesa
Weston McKennie (GettyImages)

Juventus, infortuni McKennie, Dybala e Chiesa: Pirlo rischia di perderli per Inter e Napoli

Non un periodo fortunato per la Juventus che a causa del Covid-19 nel match contro il Sassuolo ha dovuto già rinunciare ad Alex Sandro, Juan Cuadrado e Matthijs de Ligt. Con la difesa già a soqquadro, ora la sfortuna ha preso di mira il centrocampo. In tre sono stati costretti ad abbandonare la squadra pure durante il primo tempo contro la formazione di De Zerbi.

La Juventus è stata privata da Weston McKennie, Paulo Dybala nello spazio di un batter d’occhio. Il primo è stato lo statunitense, costretto ad alzare bandiera bianca dopo appena 20 minuti del primo tempo.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, Locatelli e colpo in attacco: parla Paratici

Risentimento muscolare per il centrocampista statunitense, che sarà valutato dallo staff medico della Juventus. A rischio a questo punto la gara con l’Inter e la Supercoppa Italiana con il Napoli.

Poco dopo è andato kappaò pure Paulo Dybala. La Joya prima del riposo è stato costretto a uscire dopo un contrasto di gioco con Traore. Neppure lui è stato in grado di proseguire la gara. Al suo posto è entrato Morata.

Il primo tempo sfortunato della Juventus non è finito qui perché subito dopo anche Chiesa è stato messo parzialmente fuorigioco da un fallo. L’ex Fiorentina è uscito in lacrime ma dopo il grande spavento è rientrato. Il brutto intervento di Obiang è valso comunque il rosso al centrocampista del Sassuolo dopo il passaggio al Var dell’arbitro. Una prima frazione molto amara per la squadra di Pirlo.