Bologna, Sabatini: “Offenderlo è un’infamia!”. Sbotta il dirigente, il retroscena sul caos

Bologna Sabatini
Bologna Sabatini Getty Images

Il tredicesimo posto che il Bologna occupa in classifica sta rendendo la vita difficile al chairman Joey Saputo. Il numero uno del club, infatti, è stato preso di mira da uno striscione non firmato piuttosto forte, ma evidentemente proveniente da una frangia insoddisfatta del tifo locale.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Bologna, Sabatini difende Saputo dalle accuse

Saputo Bologna
Saputo Bologna Getty Images

Tuttavia il coordinatore dell’area tecnica del Bologna e anche del Montreal Impact, Walter Sabatini, ha rivendicato rispetto per Saputo alzando la voce. Ai microfoni di SKY ha difeso così l’operato della società: “Qualcuno ha messo in dubbio le capacità di Saputo, ma se il Bologna ancora non ha attuato un percorso trionfale è responsabilità del comparto sportivo. Tutto ciò che accade dipende da noi e non da Saputo. Un’infamia offenderlo.

LEGGI ANCHE >>> L’ASL di Napoli colpisce ancora: fermati cinque tesserati dell’Empoli

É vero che c’è stata una risposta compatta dei tifosi, contrariati anche loro da chi si è espresso così tramite striscione. Saputo è persona al di sopra moralmente di chiunque abbia mai conosciuto in carriera, mi dispiace sia nominato in maniera non corretta. Semmai la responsabilità è mia e di Bigon, in maniera sfumata di Fenucci che è a.d. ma non sceglie giocatori. Io sono venuto a Bologna per dare una gioia alla gente ed è ciò che farò, non capisco tutto questa sfiducia”.