Cagliari, ora Di Francesco rischia l’esonero: sbuca il sostituto

Di Francesco perplesso
Eusebio Di Francesco -GettyImages

La sconfitta col Milan è la quinta consecutiva per il Cagliari. Di Francesco rischia l’esonero, spunta il sostituto. 

La sconfitta di oggi, patita dal Cagliari per mano del Milan, da continuità ad una crisi che i sardi stanno fronteggiando ormai da diverso tempo. Quella contro i rossoneri è la quinta sconfitta consecutiva, che getta tutto l’ambiente rossoblu in una situazione di profonda incertezza.

La paura, ovviamente, è che la squadra non sia più in grado di seguire il suo allenatore. Nel pre partita, va detto, il direttore generale dei sardi Mario Passetti ha provato a scacciare le nubi dalla figura di Di Francesco. “Crediamo nel progetto Di Francesco, vediamo che in allenamento c’è voglia e passione”, ha dichiarato il dirigente.

“Ci sono state delle difficoltà che ci hanno causato momenti difficili, problemi col Covid e infortuni: quando si cambia tutto questo incide”, ha poi chiosato Passetti, provando a frenare le voci sul possibile epilogo dell’avventura di Di Francesco.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Eusebio Di Francesco
Eusebio Di Francesco -GettyImages

Cagliari, Di Francesco rischia: c’è già il sostituto

Insomma, al netto delle parole del direttore generale, in casa Cagliari in molti sono convinti che l’avventura di Di Francesco sia arrivata ai titoli di coda. Nelle prossime ore, evidentemente, verranno fatte delle valutazioni sull’allenatore ed il prosieguo della sua avventura.

LEGGI ANCHE >>> Milan, Maldini rompe gli indugi: svelato un obiettivo

Dovesse essere esonerato Di Francesco, su chi andrà il Cagliari? Bella domanda. Il club dovrà trovare ovviamente un profilo pronto a prendere la squadra in corsa, capace di poter rialzare una situazione che vede i sardi alle porte della zona retrocessione.

Uno dei nomi fatti in queste ore è quello di Walter Mazzarri, che la dirigenza avrebbe identificato come profili ideale per prendere il posto dell’attuale allenatore qualora si optasse per l’esonero.