Il problema che l’Inter non ha intenzione di risolvere

Antonio Conte si lamenta
Conte (Getty Images)

L’Inter ha un problema e non ha intenzione di risolverlo: le strategie della società davanti alle difficoltà degli ultimi mesi

Seconda in campionato, fuori dall’Europa League e sotto nella semifinale di Coppa Italia. La stagione dell’Inter è caratterizzata da alti e bassi con Lukaku e compagni che alternano prove di forza a rovinose cadute. Il belga è uno dei protagonisti assoluti, senza di lui Conte non riesce a vincere. Ma una squadra non può dipendere soltanto da un calciatore, per vincere servono anche altri leader.

Uno nello spogliatoio è sicuramente Samir Handanovic, non per niente capitano dei nerazzurri. Il portiere sloveno però, alla soglia dei 36 anni, vive una stagione non particolarmente felice. Fin qui i suoi errori sono costati punti e gol presi: l’ultimo pasticcio, in collaborazione con Bastoni, è ancora sotto gli occhi di tutti (con il ringraziamento di Ronaldo).

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Handanovic sistema la barriera
Handanovic (Getty Images)

L’Inter ha deciso: il sostituto di Handanovic può attendere

Con prestazioni in picchiata verso il basso, Handanovic è diventato un ‘problema’ soprattutto per i tifosi dell’Inter. L’ambiente nerazzurro chiede la sua sostituzione nella prossima stagione ma – secondo quanto riferisce il Corriere dello Sport – la società è intenzionata a rimandare il cambio in porta.

LEGGI ANCHE >>> Inter, Eriksen studia il sorpasso a Vidal

Cragno, Meret, Musso i possibili nomi alternativi, tutti costosi (almeno 30 milioni) e in un periodo in cui di soldi ne girano pochi, l’Inter vuole continuare a dare fiducia al suo capitano. Per il momento il sostituto di Handanovic può attendere.