Il Napoli crolla a Marassi, il super Genoa di Ballardini stende Gattuso

Il Genoa esulta
Genoa-Napoli (GettyImages)

Il Napoli esce senza punti da Marassi. Una sconfitta pesante quella degli azzurri contro un Genoa totalmente trasformato da Ballardini.

Una sconfitta pesante, bruciante, che ovviamente farà discutere e ribollire tutto l’ambiente azzurro anche nei prossimi giorni. Un Grifone, invece, rivoluzionato da Ballardini che ha trasformato la squadra rossoblu.

Un Napoli che avrebbe potuto (e forse dovuto) raccogliere molto più di quanto seminato nel corso dei 90′ minuti. Anche per il modo con cui sono arrivati i due gol, entrambi figli di svarioni difensivi pesanti, personali ma anche di reparto.

E cosi nel primo tempo gli azzurri hanno provato a fare la partita, trovandosi però di fronte un super Pandev, che come spesso accade ha vestito i panni dell’ex inferocito. Aiutato prima da uno svarione di Maksimovic, e poi da quello di tutta la linea difensiva, l’attaccante macedone ha firmato la doppietta (senza esultare) che ha lanciato i suoi.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Petagna in azione
Genoa-Napoli (GettyImages)

Napoli crollato a Marassi, una partita senza fortuna

Il Napoli, come detto, avrebbe meritato qualcosa in più. Due i legni colpiti dalla squadra azzurra, prima con Petagna e poi con Insigne (entrato nella ripresa), a testimonianza di quanto la dea bendata abbia voltato le spalle ai partenopei in quel di Marassi.

Senza contare, poi, la gran partita di Perin abile a farsi trovare pronto in più di un’occasione, risultando di fatto uno dei migliori in campo. Due legni, portiere avversario tra i migliori ed una sorte che non gira a favore degli azzurri falcidiati anche dagli infortuni.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, infortunio Bonucci: il chiarimento nel post partita

Nel corso della partita, infatti, anche Manolas ha deposto le armi, lasciando spazio a Rrahmani per una difesa inedita composta centralmente dal kosovaro e Maksimovic, vista anche l’assenza di Koulibaly causa Covid.

Qualche dubbio, poi, su un presunto rigore non dato al Napoli nel finale per intervento in area di Scamacca su Mario Rui. Piccolo parapiglia, con il direttore di gara che non ha voluto saperne di fronte alla proteste azzurre.

Classifica Serie A

Inter** 47; Milan 46; Juventus* 42; Roma** 40; Napoli*, Lazio e Atalanta** 37; Sassuolo** 31; Verona 30; Sampdoria 26; Genoa 24**; Benevento e Fiorentina** 22; Udinese, Spezia**; Bologna 20; Torino** 16; Cagliari 15; Parma 13; Crotone 12

* una partita in meno
** una partita in più