Juventus-Inter, scintille in campo: “Rispetta l’arbitro!”

Conte detta indicazioni
Antonio Conte (Getty Images)

E’ in scena Juventus-Inter, semifinale di ritorno di Coppa Italia. Scintille tra Antonio Conte ed un membro del club bianconero.

Juventus-Inter è iniziata da pochi minuti, ma il match promette già battaglia. Dopo la vittoria della Juventus in gara 1, i nerazzurri sono alla caccia della vittoria per approdare in finale di Coppa Italia 2020/2021. I nerazzurri avevano protestato per un presunto fallo di Federico Bernardeschi ai danni di Lautaro Martinez, ma il direttore di gara ha giustamente lasciato proseguire il gioco. Nessun contatto ed il match è ripartito dallo 0-0 iniziale. Antonio Conte ed Andrea Pirlo si promettono battaglia, alla caccia dell’unico posto disponibile per l’ultima gara del torneo nazionale.

Leonardo Bonucci in campo
Leonardo Bonucci (GettyImages)

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Juventus-Inter, scintille tra Conte e Bonucci

Il match si è infiammato sin dalle prime battute di gioco. Nessuna delle due squadre in campo vuole lasciare spazio agli avversari. Tanto agonismo, ma anche tanto nervosismo sul terreno di gioco dell’Allianz Stadium di Torino. Il tutto è culminato al minuto 13 con un intervento scomposto di Matteo Darmian, primo calciatore in campo ad essere ammonito ed a finire sulla lista dei cattivi dell’arbitro Mariani.

LEGGI ANCHE >>> DIRETTA Juventus-Inter: segui la partita LIVE

Il direttore di gara non ha esitato ad estrarre il cartellino giallo dal taschino e ad ammonire l’ex Manchester United per l’intervento scomposto. Furioso in panchina Antonio Conte, sceso sino a bordo campo per protestare contro la decisione del direttore di gara. La scintilla è scoccata nel momento in cui Leonardo Bonucci, difensore della Juventus, si è rivolto all’allenatore nerazzurro dicendogli: “Devi rispettare l’arbitro”. Il tecnico ha risposto a tono a calciatore. La calma è poi rientrata senza particolari problemi e senza l’intervento della terna arbitrale. Il quarto uomo, Chiffi, ha osservato la scena a distanza. Il tecnico è poi risalito in panchina, al suo posto. Solo un momento di nervosismo agonistico, sfociato in un battibecco a distanza che, per fortuna, non ha avuto particolari conseguenze.

LEGGI ANCHE >>> L’Uefa sposta un’altra partita, e stavolta sceglie l’Italia