L’Uefa sposta un’altra partita, e stavolta sceglie l’Italia

La Uefa cancella la Youth League
Uefa (GettyImages)

Mentre il Covid continua ad imperversare in tutta Europa, l’Italia resta uno dei paesi con la curva del contagio stabile. Cosi proprio il nostro paese è stato scelto per ospitare una gara di Europa League. 

In tempi di Covid, abbiamo capito che anche il calcio sta risentendo in maniera considerevole dell’emergenza pandemica. L’ultima testimonianza è arrivata dal calciomercato, mai cosi povero come in questi anni. I club non hanno soldi per finanziare acquisti, e cosi si è lavorato con grande fantasia.

Tanti infortuni, casi di positività e squadre che puntualmente stanno facendo fronte a situazioni molto delicate riguardo i proprio organici. Che sarebbe stata una stagione molto particolare, ci era già stato ampiamente annunciato. Ma stanno arrivando ulteriori modifiche e dinamiche sempre nuove, che ci testimonia quanto sia diverso il calcio al tempo del Covid.

Negli ultimi giorni abbiamo visto ben due partite di Champions League vittime di spostamenti di sede. Il motivo? Le restrizioni delle nazioni ospitanti, che non avrebbero permesso l’ingresso dei club con i rispettivi giocatori all’interno dei propri confini nazionali. E’ successo con due gare che si sarebbero dovute disputare nel Regno Unito.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Logo Uefa nastro
Uefa (GettyImages)

Uefa, un’altra partita cambia sede: si gioca in Italia

L’Italia, come noto, è uno dei paesi che in questa fase sta meglio gestendo l’emergenza sanitaria. Curva del contagio stabile, rispetto a quello che sta succedendo nel resto d’Europa, e l’arrivo dei vaccini sta dando grande speranza per l’immediato futuro.

E cosi, dopo Lipsia-Liverpool, Borussia Moenchengladbach-Manchester City e Molde-Hoffenheim, una quarta partita ha avuto un cambiamento di sede, chiamando in causa proprio il nostro paese.

LEGGI ANCHE >>> La Juventus punta due pezzi pregiati del Real Madrid

Si tratta, infatti, di Benfica-Arsenal, match valido per i sedicesimi di finale di Europa League. La gara non potrà svolgersi in Portogallo, a causa delle restrizioni imposte dal governo vigente. Ecco perchè la sfida è stata dirottata altrove, proprio nel nostro paese.

Il match, infatti, si giocherà a Roma allo stadio Olimpico, dunque in campo neutro. La partita, ovviamente, si terrà regolarmente giovedì 18 febbraio alle ore 21. Ad annunciarlo è stata la UEFA con un comunicato.

Mancano meno di due settimane al match, ed ovviamente tutte le compagini chiamate in causa dovranno organizzarsi prontamente per ospitare l’evento. Roma si farà trovare preparata, cosi come tutta l’Italia che si ritroverà ad ospitare un match “fuori porta”.