Napoli, caos totale ed ora De Laurentiis non si trattiene più

De Laurentiis
De Laurentiis (Getty Images)

Caos in casa Napoli: Gattuso allontana Mario Rui dall’allenamento, De Laurentiis aspetta il Bologna ed è pronto alla rivoluzione

Non c’è pace per il Napoli e non può essercene per una squadra che va avanti tra contraddizioni, tensioni e con una data di scadenza ben fissa in testa: 30 giugno. E’ quello il termine oltre il quale questo progetto non andrà avanti: dal prossimo anno Gattuso (ormai è chiaro) non siederà più sulla panchina azzurra, Giuntoli potrebbe non essere più il direttore sportivo e molti calciatori potrebbero fare le valigie. Con queste premesse continuare a lottare per un piazzamento Champions (sulla carta ancora alla portata) appare difficile e, infatti, pian piano il Napoli si sta allontanando dal quarto posto che ora dista cinque punti.

Eppure proprio i soldi della Champions potrebbero dare nuova linfa ad un progetto sportivo che da qualche anno ha perso la giusta rotta. Per questo De Laurentiis non vuole aspettare oltre. Come si legge sul ‘Corriere della Sera’, il patron è vicino al punto di non ritorno: medita la rivoluzione il presidente del Napoli ed è pronto a farla in maniera anche brusca se contro il Bologna la squadra dovesse cadere in maniera rovinosa.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Napoli, Gattuso caccia Mario Rui dall’allenamento

Del resto all’interno della squadra il clima è tutto fuorché sereno. Lo sfogo di Insigne post Sassuolo aveva evidenziato il nervosismo del gruppo e ieri un altro episodio ha confermato che a Castelvolturno non regna l’armonia. Gattuso ha, infatti, invitato Mario Rui a terminare anzitempo l’allenamento. Al portoghese è stata contestata la mancata concentrazione e, si legge sempre sul ‘Corriere della Sera’, una risposta poco ortodossa data da un giovane del gruppo.

LEGGI ANCHE >>>  Napoli, ancora guai per Gattuso: problemi per due azzurri

La risposta di Gattuso è stata cacciarlo dal campo e non è la prima ‘punizione’ per il terzino. Alla vigilia della gara di andata contro il Bologna fu spedito in tribuna, insieme a Ghoulam, per mancata concentrazione. Un altro segnale che il lavoro del tecnico non sembra portare miglioramenti. Gattuso è già sbottato ieri, domenica sera potrebbe farlo De Laurentiis e sarebbe rivoluzione totale immediata con l’addio dell’allenatore e quello di Giuntoli.