Il vero insostituibile del Milan può andare in Premier League

Stefano Pioli con le mani in tasca
Stefano Pioli (Getty Images)

Il Milan torna alla vittoria contro il Verona e resta aggrappato al primo posto: un rossonero è il vero insostituibile e può andare in Premier League

Non Ibrahimovic, neanche Donnarumma e men che meno Romagnoli. Il vero insostituibile del Milan è Franck Kessie. Il centrocampista ivoriano in stagione come minuti giocati è dietro soltanto a Donnarumma, rispetto al quale però ha giocato più partite. L’importanza dell’ex Atalanta per Pioli è confermata dai numeri: 36 partite disputate su 39 complessive, dieci gol, tre assist. Ma più che le statistiche è la presenza in campo di Kessie che testimonia quanto il 24enne sia fondamentale per la squadra rossonera. Senza di lui si perde fisicità e qualità, il connubio perfetto per qualsiasi centrocampista.

Anche per questo quel 30 giugno 2022 scritto nel suo contratto preoccupa non poco Paolo Maldini e la dirigenza milanista. Ora che si cerca un accordo con Donnarumma e Calhanoglu (oltre che per Ibrahimovic) in seno al club sta montando l’allarme per il futuro anche di Kessie. Del resto occorre giocare di anticipo per ritrovarsi a pochi mesi dalla scadenza di contratto, con il rinnovo non ancora firmato.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Franck Kessie palla al piede
Franck Kessie (Getty Images)

Milan, priorità rinnovo Kessie: Premier League in agguato

La paura per il Milan è che la trattativa per il rinnovo di Kessie si complichi come già accaduto in queste settimane con quella per Donnarumma e Calhanoglu. Proprio come l’ivoriano, i due calciatori hanno voglia di restare in rossonero, ma l’accordo tarda ad arrivare, lasciando incertezza sul futuro.

LEGGI ANCHE >>> “Juve superiore al Milan. I rossoneri hanno troppi rigori”: il commento del giornalista

Quella che la società vorrebbe evitare con Kessie per il quale la Premier League si è già fatta avanti di recente. Arrivato per circa trenta milioni di euro, l’ivoriano oggi ne vale tra i 40 e i 50 milioni. A questo sono disposti ad arrivare i club inglesi (Chelsea e Tottenham in particolare) che hanno messo il suo nome nella lista degli obiettivi per la prossima stagione. Per evitare qualsiasi tentazione, il Milan deve accelerare sul fronte rinnovo per ridurre il rischio che il vero insostituibile rossonero vada via.