Eliminazione Juventus, Pirlo non ci sta e bacchetta Ronaldo

Pirlo allo Stadium
Andrea Pirlo (Getty Images)

Andrea Pirlo, allenatore della Juve, è stato intervistato da Sky Sport ed ha commentato l’eliminazione della sua squadra dalla Champions

La Juventus è stata eliminata  dagli ottavi di finale di Champions dal Porto, nonostante la vittoria per 3-2 dopo i tempi supplementari. I bianconeri non sono riusciti a sfruttare nel migliore dei modi la superiorità numerica dopo l’espulsione per doppia ammonizione di Taremi al 54‘. E’ stata decisiva per l’esito della qualificazione l’andata che vide la vittoria dei lusitani per 2-1.

Tra i bianconeri il migliore è stato Chiesa, mentre il peggiore è stato Cristiano Ronaldo che sta subendo molte critiche dai tifosi sia per la sua prestazione che per il suo atteggiamento. Andrea Pirlo ha commentato così l’eliminazione a Sky Sport:

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Esultanza Porto
Porto (Getty Images)

Dobbiamo cancellare questa sfida

 “Abbiamo commesso quattro errori nelle due gare e sono tanti, e normale che poi rischi d’uscire. Quando avevamo un uomo in più l’unica soluzione era quella di allargare le loro linee e poi buttarci in area, perché era l’unica cosa che ci concedevano”.

LEGGI ANCHE >>> Champions, la cronaca di Juventus-Porto 3-2 d.t.s

Il tecnico ha poi continuato: ‘Dobbiamo cancellare questa sfida e ci vorrà qualche giorno. Dopo ci dovremo concentrare sul campionato, dove mancano tante partite e le dovremo disputare  tutte al massimo. Abbiamo problemi nei primi tempi? Non mi sembra, siamo partiti anche bene questa sera dove abbiamo avuto con Morata la possibilità di passare in vantaggio. Dopo il loro goal è cominciata un’altra partita, poi ci siamo compattati e abbiamo un’altra volta iniziato a giocare. Nella ripresa, anche aiutati dalla superiorità numerica, abbiamo giocato bene”.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, Paratici blocca il discorso rinnovo di Ronaldo

Pirlo ha poi analizzato l’errore della barriera nel goal decisivo del Porto: ”Non è possibile girarsi così, non hanno capito la pericolosità del tiro. È stato commesso uno sbaglio e quando succede in un ottavo di Champions è normale che poi non passi il turno. Non hanno intuito l’importanza di poter subire il goal e hanno sbagliato”.