Inter, Conte alla Pinetina ma con chi? La diaspora dei nazionali

Inter Bastoni Barella Sensi
Antonio Conte (GettyImages)

I tre azzurri dell’Inter Bastoni, Barella e Sensi parteciperanno alle gare di qualificazione al Mondiale dopo l’ok dell’Ats alla Figc

L’Ats di Milano ha accolto la richiesta avanzata dalla Figc. Alessandro Bastoni, Nicolò Barella e Stefano Sensi da domani saranno in Nazionale agli ordini di Roberto Mancini.

Inizialmente, l’ente aveva bloccato la risposta alle rispettive nazionali dei calciatori nerazzurri in seguito al focolaio che si è accesso in casa Inter negli ultimi giorni e che hanno portato al rinvio della partita contro il Sassuolo.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Inter Bastoni Barella Sensi
Nicolò Barella (GettyImages)

Inter: Barella, Bastoni e Sensi in Nazionali, l’ok dell’Ats

Tutti e tre i calciatori dell’Inter, Nicolò Barella, Stefano Sensi e Alessandro Bastoni, questa mattina sono transitati da Appiano Gentile per sottoporsi ad altri tamponi. Si aspetta il risultato di questi ultimi, tuttavia da domani i tre dovrebbero raggiungere l’Italia di Roberto Mancini in vista dei primi tre impegni di qualificazione al Mondiale del 2022 in Qatar nel giro di sei giorni. La nazionale Azzurra affronterà Irlanda del Nord (giovedì 25), Bulgaria (domenica 28) e Lituania (mercoledì 31). Da valutare la presenza dei tre già nella prima delle tre sfide in programma durante questa sosta.

Oltre ai tre elementi Azzurri, sono stati convocati e parteciperanno alle gare delle rispettive nazionali pure Ionut Radu, Milan Skriniar, Achraf Hakimi, Ivan Perisic, Marcelo Brozovic, Christian Eriksen e Romelu Lukaku. L’Ats ha “corretto” il tiro dopo le pressioni esercitate dalle federazioni calcistiche interessate dal caso.

Sono quattro i calciatori di Antonio Conte risultati positivi al tampone anti Covid-19 effettuato. Si tratta di Danilo D’Ambrosio, Samir Handanovic, Stefan De Vrij e Matias Vecino. Nel gruppo squadra sono emersi altre due positività.

L’Inter è intanto tornata ad allenarsi con delle sedute individuali. La formazione di Antonio Conte non vuole perdere altro tempo né correre il rischio di essere penalizzata nel torneo di serie A del quale fino a questo momento è stata grande protagonista. Una vera diaspora tuttavia tra calciatori in nazionale ed elementi con il Covid sono pochi gli elementi della rosa al lavoro.

LEGGI ANCHE >>> La Juve vende Cristiano Ronaldo: in Spagna spunta anche il prezzo

I nerazzurri conducono in campionato con sei punti di vantaggio dal Milan e 10 su Juventus e Atalanta. Rispetto ai rossoneri hanno una partita in meno mentre i bergamaschi hanno una gara in più. Stesso numero di partite per la Juventus che deve ancora recuperare la sua sfida contro il Napoli.