Inter: e se per salvaguardare il bilancio partisse Romelu Lukaku?

Inter bilancio cessioni
Lukaku (GettyImages)

Il bilancio dell’Inter presenta perdite per 130-140 milioni: saranno necessarie un paio di cessioni per garantire il futuro dei neroazzurri

La concentrazione dell’Inter è tutta rivolta sul campionato. La squadra di Antonio Conte si muove a gonfie vele verso lo scudetto ma in società… i conti non tornano. Per questo motivo dunque all’interno del club si valuta già la possibilità di cedere uno o due giocatori entro il 30 giugno, ultimo giorno per mettere a posto il bilancio. Fino al 23 maggio però si penserà principalmente alla corsa in campo dei nerazzurri perché tutti sono d’accordo nel ritenere indispensabile mantenere la formazione attenta esclusivamente su ciò che avviene sul prato verde. Agitare troppo le acque in questo momento potrebbe risultare controproducente. Tuttavia, il “Corriere dello Sport” insiste sulla necessità dell’Inter di compiere qualche importante uscita in quei 37 giorni. I nerazzurri, infatti, rischiano di chiudere il bilancio con perdite per circa 130-140 milioni. Se così fosse sarebbe obbligatoria una ricapitalizzazione.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Inter bilancio cessioni
Conte (GettyImages)

Inter, lo scudetto e poi le cessioni: bilancio in rosso, servono 130 milioni di euro

Il passato esercizio commerciale, spiega il “Corriere dello Sport” è stato chiuso in passivo per 102,4 milioni di euro nonostante la cessione di Mauro Icardi a fine maggio. L’addio dell’attaccante argentino ha dato all’Inter 50 milioni più 8 di bonus che gli hanno permesso di ritoccare i conti. Adesso, la musica sembra destinata a rimanere invariata.

La strada tracciata dalla Juventus negli anni scorsi potrebbe tornare utile pure ai neroazzurri. I bianconeri. all’epoca di Marotta, negli anni hanno venduto calciatori del calibro di Vidal e Pogba conservando comunque ottimi risultati. L’Inter, scrivere ancora il quotidiano romano in edicola questa mattina, sarà “costretta” a seguire la stessa linea.

Difficile ipotizzare chi lascerà la squadra di Conte, l’orientamento dell’Inter è quello di cedere qualche calciatore sacrificabile ma come sottolinea il “Corriere dello Sport” saranno le offerte a determinare chi andrà via realmente.
Appare difficile credere nella partenza di Romelu Lukaku, che la società neroazzurra valuta 120 milioni di euro, un po’ meno della cifra versata al Manchester United per il suo acquisito. Su di lui avrebbero messo gli occhi il Manchester City e il Barcellona ma al momento sono semplici voci.
In Inghilterra poi sono circolati rumors di mercato che hanno coinvolto Bastoni, Brozovic, Skriniar, Eriksen e Martinez mentre per Barella c’è l’interesse di vari top club europei, tra questi Atletico Madrid e Bayern. Anche Hakimi o De Vrij potrebbero essere coinvolti da questa necessità.

LEGGI ANCHE >>> Milan, il regalo nell’uovo di Pasqua vale 3.5 milioni a stagione

L’Inter è consapevole di perdere almeno uno di questi calciatori in virtù del bilancio. Dovrà poi reinvestire bene per continuare a vincere. Fino al 23 maggio però… meglio non pensarci.