Juve, il sostituto di Morata costa ‘solo’ 15 milioni

Dybala e Morata con la Supercoppa
Morata e Dybala (Getty Images)

La Juventus non ha ancora deciso cosa fare con Morata, intanto spunta il nome del sostituto e anche il prezzo: costa tre volte di meno

Sono tanti 10 milioni per un nuovo prestito e sono troppi 45 per riscattarlo definitivamente. Per questo la Juventus temporeggia con l’Atletico Madrid. Non ha ancora preso una decisione sul futuro di Alvaro Morata che è arrivato in estate per 10 milioni in prestito e che a fine stagione potrebbe rientrare in Spagna. La questione è soprattutto economica, la Juve aspetta prima di conquistare la Champions e poi deciderà come comportarsi. Intanto, si guarda attorno per l’eventuale sostituto.

Il primo nome è quello di Arek Milik, giocatore cercato già in passato. Il polacco piace per le sue qualità ma anche perché rappresenta una ghiotta occasione di mercato. L’edizione odierna del ‘Corriere dello Sport’ fa sapere che esiste una clausola nel suo contratto: con 15 milioni il giocatore può partire. Il Napoli otterrebbe anche una percentuale tra il 20 e il 30% sulla futura rivendita oltre ai 13 milioni come cifra stabilita a gennaio al momento della cessione.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Arek Milik si presenta
Arek Milik (GettyImages)

Juventus, la strategia per Milik: Morata via?

Da un punto di vista economico, Milik può essere un affare. Costa un terzo di Morata e ha un anno in meno rispetto allo spagnolo. Certo, ha minor esperienza internazionale, ma nei numeri non è troppo distante dall’ex Real Madrid. Il suo nome è cerchiato in rosso sul folto elenco di attaccanti a disposizione di Paratici.

LEGGI ANCHE >>> Il costoso regalo che Douglas Costa può fare alla Juventus

Ne servirà un altro in caso di addio di Morata. In passato la Juventus aveva provato invano a trattare col Napoli. Tra le due società non c’è mai stato accordo. Così Milik, passando per il Marsiglia, può riuscire a realizzare il suo sogno: giocare nella Juventus. Senza ostacoli e grazie ad una “clausola amica”.