L’ASL colpisce ancora: rinviate tre partite del Pescara

Esultanza del Pescara
Pescara Calcio (GettyImages)

L’ASL blocca il Pescara a causa del coronavirus. La squadra non potrà scendere in campo fino al termine di aprile, con diversi match ormai già rinviati. 

La situazione del Pescara si complica di giorno in giorno a causa del COVID-19. Ormai sono otto i positivi al virus, di cui sette calciatori e un membro dello staff. Si parla già di focolaio, ragion per cui l’ASL si è trovata costretta a intervenire, bloccando le attività del club abruzzese. In particolare, il Pescara dovrà stare fermo per i prossimi 14 giorni, con decorrenza dallo scorso lunedì. Si tratta di un provvedimento che terminerà quindi il prossimo 26 aprile, secondo la prescrizione del dottor Ildo Polidoro.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

L’ASL ferma il Pescara: è un focolaio di COVID-19

Esultanza del Pescara
Pescara Calcio (GettyImages)

Tale situazione comporta che i biancazzurri salteranno gli incontri con Entella, Cosenza e Reggiana in Serie A. Inoltre, la prescrizione prevede l’isolamento domicilio per i positivi al coronavirus e per i loro contatti stretti. Tutti gli altri giocatori, invece, potranno proseguire negli allenamenti individuali.

LEGGI ANCHE >>> L’annuncio di Gravina: l’Italia riapre gli stadi, c’è la data

Per quanto riguarda i recuperi delle tre gare, già si parla di alcune date. Nello specifico il 27 aprile il Pescara potrebbe affrontare l’Entella e il Cosenza il prossimo 4 maggio. Difficile invece capire quando incastrare l’appuntamento con la Reggiana, poiché il 7 maggio ci sarà l’ultima gara della stagione regolamentare. C’è l’estrema possibilità di far disputare la sfida dopo la conclusione dell’annata sportiva.