Arrivano già le prime grane per Mourinho

José Mourinho infastidito
José Mourinho (Getty Images)

Mourinho, prossimo tecnico della Roma, ha avuto problemi in passato con diversi giocatori giallorossi: Mkhitaryan, Smalling e Pedro

Il ritorno di Josè Mourinho in Italia, sponda Roma, è senza dubbio la notizia del giorno. I Friedkin hanno investito il tecnico portoghese di un mandato forte, per costruire un gruppo a sua immagine e somiglianza.

Probabilmente questo significherà una rivoluzione sul mercato e le prime ‘vittime’ all’interno della rosa giallorossa potrebbero essere già state individuate. Ad esempio i due ex Manchester United Henrikh Mkhitaryan e Chris Smalling, che hanno avuto a che fare con Mourinho qualche anno fa, senza lasciarsi in buoni rapporti.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI

Henrikh Mkhitaryan si riscalda
Henrikh Mkhitaryan (Getty Images)

Mourinho-Roma, Mkhitaryan e Smalling potrebbero essere ceduti

Il trequartista armeno, nel 2017, venne duramente criticato dal portoghese durante l’analisi video di una partita, a causa del suo atteggiamento in campo. Miki rispose male e, una volta approdato a Roma confermò che c’erano stati mesi di conflitti con Mourinho: “Mi diceva che le critiche che gli rivolgevano erano per colpa mia, io gli risposi che non ci potevo fare nulla. È stato il più difficile tra tutti gli allenatori che ho avuto”.

LEGGI ANCHE>>> Mourinho alla Roma fa impazzire i tifosi: esplode la gioia giallorossa

Nemmeno i trascorsi di Smalling con lo Special One sono idilliaci: nel 2016, insieme a Luke Shaw, si rifiutò di scendere in campo contro lo Swansea e i due vennero accusati da Mourinho di mettere in dubbio lo ‘spirito dello United’, anteponendo i propri problemi al bene della squadra. Anche qui, con diversi strascichi.

Per finire, nemmeno Pedro se l’è passata benissimo con Mou ai tempi del suo ritorno al Chelsea: nonostante fosse stato esplicitamente richiesto come rinforzo dal tecnico, lo spagnolo ha poi rivelato ai media inglesi che il rapporto tra Mourinho e la squadra era ai minimi storici. In questo caso, almeno, non sembrerebbero esserci di mezzo questioni personali.