Serie A, la top 11 della giornata 34: a Ronaldo non basta la doppietta

Cristiano Ronaldo si prepara per la punizione
Cristiano Ronaldo (Getty Images)

Ronaldo, come in varie occasioni, ha salvato la Juventus nel momento del bisogno. La squadra di Pirlo fino all’80’ aveva avuto solo un’occasione con Mckennie.

Cr7, con l’ausilio di De Paul, Scuffet e la sfortunata deviazione di Samir, ha ribaltato una partita che poteva essere devastante per la Juventus. È troppo poco tutto ciò per entrare nella nostra top 11, più che per le sue giocate i bianconeri hanno vinto grazie agli errori dell’Udinese.

E per un calciatore che guadagna 31 milioni di euro netti all’anno, approfittare di due enormi regali come quelli dei friulani e segnare un calcio di rigore, ci sembra il minimo sindacale.

Consigli è un nostro pupillo, sottolineiamo spesso che è sottovalutato e anche contro l’Atalanta è stato decisivo, parando il rigore a Muriel.

È lui il portiere della nostra top 11, che premia soprattutto Inter Lazio con due giocatori per squadra.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Consigli para rigore a Muriel
Consigli (Getty Images)

Da Consigli a Gosens, la difesa di SerieANews

Le parate su Hateboer e Malinovskyi e la gioia del gol negata a Muriel su rigore lo incoronano come portiere della giornata. Audero anche ha parato il tiro dal dischetto di Dzeko ma Consigli ha inciso ancora di più in Sassuolo-Atalanta.

L’Inter ha vinto lo scudetto ed uno dei giocatori più importanti è stato Achraf Hakimi, esterno destro che è andato a segno anche contro il Crotone. Hakimi ha realizzato 7 gol e 8 assist complessivi tra campionato e Champions League.

La Sampdoria ha battuto la Roma compiendo anche un ottimo lavoro nella fase di non possesso, Tonelli è stato uno dei migliori in campo, ha dominato nel gioco aereo e salvato nel primo tempo su Borja Mayoral.

LEGGI ANCHE >>> Gosens, è davvero cara la maglia della Juventus 

L’Inter ha la migliore difesa del campionato, Skriniar è un punto fermo della retroguardia nerazzurra. L’Atalanta ha pareggiato sul campo del Sassuolo giocando gran parte della gara in inferiorità numerica. In dieci contro undici, la squadra di Gasperini è andata in vantaggio, poi sull’1-1 ha avuto anche con il rigore di Muriel la possibilità di portarsi sull’1-2.

Per l’Atalanta è andato a segno Gosens, che viaggia alla media di un esterno offensivo con 11 gol stagionali e 8 assist. Numeri che raccontano il suo valore e la forza dell’Atalanta che ha, infatti, il miglior attacco del campionato.

Luis Alberto esulta
Luis Alberto (Getty Images)

Da Luis Alberto a Nandez, la mediana di SerieANews

Luis Alberto sfiora la doppia cifra, è a nove gol stagionali, contro il Genoa ha realizzato un’altra perla e la Lazio si è affidata allo spagnolo anche per far viaggiare velocemente il pallone.

Nandez è uno dei giocatori di maggiore qualità del Cagliari, il cui organico non rispecchia assolutamente i soli 32 punti in classifica. Il centrocampista uruguagio contro il Napoli si era già reso pericoloso nel primo tempo e ha segnato il gol che ha dato ai rossoblù un pareggio molto prezioso in chiave salvezza.

LEGGI ANCHE >>> Luis Alberto “imita” Ronaldo e scoppia la polemica

Adrien Silva ha segnato il suo primo gol in serie A, sbloccando Sampdoria-Roma. Nel referto della sua gara c’è anche l’ingenuità che determina il calcio di rigore poi fallito da Dzeko ma complessivamente la prestazione è di sostanza e qualità.

Palacio porta a casa il pallone
Rodrigo Palacio (Getty Images)

Da Correa a Palacio, la qualità al potere nell’attacco di SerieANews senza Ronaldo

Joaquin Correa è in grande forma, nelle ultime quattro partite ha segnato cinque gol, è rimasto a secco soltanto contro il Napoli, partita in cui ha comunque colpito un palo.

L’attaccante spagnolo ha trascinato la Lazio al successo contro il Genoa, è stato l’uomo più determinante, ha distribuito qualità in mezzo al campo.

Palacio all’età di 39 anni è ancora molto incisivo, domenica ha realizzato una tripletta contro la Fiorentina e non andava a segno dal gol contro il Parma alla seconda giornata di campionato.

LEGGI ANCHE >>> Tutti vogliono Vlahovic ma Commisso chiede una cifra da top player

In questa gara spicca anche un appunto per Vignato, autore di tre assist fantastici per Palacio e anche di un passaggio-chiave per Barrow che ha sprecato una palla-gol.

In Bologna-Fiorentina 3-3 spicca anche il lavoro di Vlahovic, a vent’anni arrivare a quota 19 reti quando mancano ancora quattro partite al termine della stagione è un ottimo score.

Non c’è Cristiano Ronaldo nel nostro attacco, la doppietta di Udine appartiene più agli errori di De Paul e Scuffet che ai suoi meriti.