I tre motivi per cui Cristiano Ronaldo resterà alla Juventus

Esultanza Ronaldo
Ronaldo (Getty Images)

La Juventus e Ronaldo sembrano dover venirsi incontro rispettando anche l’ultimo anno di contratto per tre motivi di origine differente

Da mesi ormai si parla tanto del futuro di Cristiano Ronaldo. L’eliminazione dalla Champions League negli ottavi di finale con il Porto e le incertezze espresse dalla Juventus di Andrea Pirlo, ancora dubbiosa sul fatto se parteciperà a meno alla prossima edizione della massima competizione europea per club, hanno fatto crescere il partito di quelli che sostengono che a fine stagione CR7 lascerà la società del presidente Andrea Agnelli. Il fuoriclasse portoghese nonostante i suoi numeri stratosferici ha steccato varie volte nell’ultimo periodo apparendo anche nervoso. Probabilmente, un po’ per la posizione dei bianconeri che si sono visti sfilare lo scudetto dall’Inter dopo 9 anni e un po’ perché sta fallendo quello che era il suo grande obiettivo quando è sbarcato a Torino: vincere la Champions. Tuttavia, secondo “La Gazzetta dello Sport”, il futuro dell’attaccante non è lontano dalla Juventus.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Ronaldo pensieroso
Cristiano Ronaldo (Getty Images)

Juventus, Ronaldo resterà bianconero: tutti i motivi per credere in un futuro ancora torinese

Se dunque Cristiano Ronaldo viene dato sicuro partente a fine stagione, la realtà tracciata da “La Gazzetta dello Sport” perché le formazioni su di lui si stanno diradando. Si era parlato del Paris Saint Germain che tuttavia, dopo il rinnovo di Neymar, difficilmente si butterà a capofitto sul portoghese. Anche un suggestivo ritorno al Real Madrid via via perde consistenza. Né hanno trovato riscontri le opzioni legate a un ritorno al Manchester United.

In più, a rendere difficoltoso l’addio c’è anche un altro aspetto. La Juventus dopo averlo pagato 100 milioni facendogli firmare un contratto di quattro anni deve ancora ammortare gli ultimi 25 milioni della spese. Mandarlo via gratis dunque farebbe registrare una grave minusvalenza pertanto lo lascerebbe andare soltanto a certe cifre e nessuno ha ancora bussato alla porta del club.

Per Cristiano Ronaldo poi c’è anche il vantaggio rappresentato dal fisco italiano. CR7, scrive ancora “La Gazzetta dello Sport”, ha concordato con l’Agenzia delle Entrate un bonus sui suoi redditi milionari all’estero, che gli consente di pagare 100 mila euro in seguito delle norme introdotte nel 2017 tese a invogliare l’ingresso di super contribuenti in Italia.

LEGGI ANCHE >>> Paratici via dalla Juventus? Agnelli ha un nuovo obiettivo

In tutto ciò però c’è la richiesta della madre che dopo la vittoria in campionato dello Sporting Lisbona, intervistata, si è detta convinta di poter convincere il figlio per tornare a giocare allo stadio Alvalade. Parole che non trovano riscontri nell’entourage del calciatore.