Juventus, i due scambi che infiammano l’asse Torino-Madrid

Dybala va al duello con De Silvestri
Paulo Dybala (Getty Images)

La Juventus pensa ad un asse di mercato con l’Atletico Madrid, c’è l’idea di due scambi che coinvolgono Dybala e Bentancur.

Nel mercato della spending review, immaginare degli scambi per realizzare plusvalenze sul modello Pjanic-Arthur col Barcellona è una strada da percorrere.

In casa Juve lo sanno e, come racconta l’edizione odierna di Tuttosport, si prepara la prossima campagna trasferimenti mettendo sul piatto certe opportunità.

Procedono i colloqui con l’Atletico Madrid. L’arrivo di Allegri non ha ancora spezzato i dubbi riguardo al futuro di Dybala. 

Il direttore sportivo Andrea Berta ha sempre avuto un debole per la “Joya” e l’ipotesi di mercato potrebbe riprendere quota. Una contropartita valida potrebbe essere Angel Correa.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Bentancur abbandona il campo contro l'Inter
Rodrigo Bentancur (Getty Images)

Bentancur può essere un’altra pedina di scambio

Sull’asse Torino-Madrid non c’è solo Dybala ad infiammare i colloqui ma un’altra possibile pedina di scambio. All’Atletico, campione di Spagna, piace il centrocampista classe ’97 Rodrigo Bentancur.

Simeone stravede per il centrocampista uruguagio, che la Juventus ha pescato dal Boca Juniors nell’estate del 2017, quando aveva soltanto vent’anni.

La contropartita da proporre alla Juventus è molto importante, si tratta di Saul Niguez, perno dell’Atletico Madrid del Cholo. Un talento di grande livello, che ha dimostrato il suo valore anche nella Nazionale spagnola con 19 presenze e 3 gol.

LEGGI ANCHE >>> Juve, il futuro di Bentancur al bivio: l’agente esce allo scoperto

L’ostacolo è l’ingaggio, Saul all’Atletico Madrid percepisce più di 7 milioni di euro a stagione. In Spagna tanti raccontano della sua voglia di andare via, la concorrenza è ampia, ci sono Manchester United, Paris Saint Germain e Bayern Monaco.

Bentancur ha uno stipendio molto basso, guadagna intorno ai 2,5 milioni a stagione. In un’epoca in cui anche la Juventus dovrà stare attenta ai costi per la spending review imposta dalla pandemia, si tratta di un’operazione complicata.

In un lavoro generale sui costi all’insegna dell’equilibrio, uno scambio del genere può anche prendere quota magari sacrificando altri ingaggi onerosi attraverso qualche cessione.

Il centrocampo è uno dei settori su cui la Juventus, dopo il ritorno di Allegri, vuole correggere di più. Una delle idee più calde porta a Manuel Locatelli del Sassuolo che già la scorsa estate era nel mirino della Juventus.