Ronaldo, il ct della Russia ti sfida: il gesto in conferenza

Stanislav Cerchesov beve Coca Cola
Stanislav Cerchesov

Stanislav Cerchesov, ct della Russia, al contrario di Ronaldo, ha bevuto una bottiglia di Coca Cola durante una conferenza stampa.

La ‘moda’ d’allontanare le bottiglie della Coca Cola è iniziata con Cristiano Ronaldo che, durante la conferenza stampa di presentazione del match contro l’Ungheria, ha sposato le due bottiglie della bibita americana posizionate vicino al microfono, mostrando poi una bottiglina d’acqua.

Tutti sanno quanto Ronaldo tenga a seguire una dieta ferrea e salutare e spostando le bottiglie della Coca Cola, tra gli sponsor ufficiali dell’Europeo, ne ha dato l’ennesima dimostrazione. Dopo il gesto del fuoriclasse portoghese, i titoli della bibita sono crollati, casuando una perdita di quattro miliardi di dollari all’azienda americana.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Esultanza Ronaldo
Ronaldo (Getty Images)

Cerchesov ‘risponde’ a Cristiano Ronaldo

Anche Pogba ha compiuto un gesto simile a Ronaldo. Infatti, il centrocampista francese ha spostato le due bottiglie della birra Heineken, altro sponsor ufficiale dell’Europeo, dal bancone della conferenza stampa tenutasi dopo la gara tra Francia e Germania. L’ex Juventus avrebbe nascosto la birra in quanto musulmano, religione dove si vieta il consumo dell’alcol.

LEGGI ANCHE >>> Euro 2020, Miranchuk guida la Russia al secondo posto nel girone

A continuare questa ‘saga’ è stato Manuel Locatelli che, al termine della partita tra Italia e Svizzera, così come Ronaldo, ha allontanato le due bottiglie della Coca Cola per bere dell’acqua. Mentre Stanislav Cerchesov, tecnico della Russia, non si è comportato nella stessa maniera dei calciatori in questione.

LEGGI ANCHE >>> Locatelli, Serie A alle spalle? Pronta l’offerta per portarlo all’estero

L’allenatore non ha esitato a bere tutta d’un fiato la bottiglia di Coca Cola presente sul bancone della conferenza stampa post Finlandia-Russia. Il ct della Russia ha ironizzato sul gesto portoghese, facendo sorridere tutti i giornalisti presenti.