La manovra da 400 milioni che fa rinascere la Juventus

Andrea Agnelli riflette
Andrea Agnelli (Getty Images)

In rosso i conti della Juventus. La Exor studia una ricapitalizzazione vicina ai 400 milioni di euro per far quadrare il bilancio.

In profondo rosso i conti della Juventus. L’emergenza Coronavirus, tra mancata partecipazione del pubblico alle partite, chiusura del museo e contrazione delle vendite legate al merchandising ha impattato duramente sui conti del club bianconero. A confermarlo è la relazione finanziaria relativa al primo semestre 2020-2021, approvata a febbraio dal CdA del club. “La pandemia ha influenzato direttamente e in modo rilevante soprattutto i ricavi da gare e da vendite di prodotti e licenze”. 

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

John Elkann e Andrea Agnelli
John Elkann e Andrea Agnelli (Getty Images)

In rosso il bilancio della Juventus: ci pensa la Exor

Un quadro ulteriormente aggravato dalle precoci eliminazioni agli ottavi di Champions League (nel 2020 con l’Olympique Lione e quest’anno con il Porto). La speranza della società è quella che da agosto il Governo conceda la riapertura al 100% degli stadi mentre nelle prossime settimane nuovi fondi potrebbero arrivare dalla Exor (la Holding della famiglia Agnelli-Elkann). Stando a quanto riportato da ‘Il Sole 24 Ore’, la ricapitalizzazione sarebbe compresa tra i 300 e i 400 milioni. Quando l’operazione verrà completata, al momento, non è stato ancora specificato ma è certo che il bilancio della Juventus attraversi un momento particolarmente critico.

LEGGI ANCHE>>> Cristiano Ronaldo alla Roma: la rivelazione che non t’aspetti

Ecco perché, comunque vada, qualche sacrificio sul mercato appare necessario. Molto dipenderà da Cristiano Ronaldo, che sceglierà il proprio futuro in totale autonomia. La Juventus rispetterà ogni sua decisione e si muoverà di conseguenza. Sull’asso portoghese ci sono Paris Saint Germain e Manchester United, che ha proposto lo scambio con Paul Pogba. Ulteriori contatti tra le parti avranno luogo al termine dell’Europeo. Ora Cristiano Ronaldo ha un altro trofeo da conquistare.