Mancini svela in diretta il segreto della sua Italia vincente

Mancini dirige l'Italia contro il Galles
Roberto Mancini, Italia (Getty Images)

Roberto Mancini, commissario tecnico dell’Italia, interviene alla stampa al termine della gara vinta contro il Galles per EURO 2020.

L’Italia termina la fase a gironi di EURO 2020 da imbattuta. Ne ha vinte 3/3 contro Turchia, Svizzera e Galles e si appresta a vivere da prima della classe gli ottavi di finale. Emozione immensa, anche perché Mancini ha avuto grande prova anche da parte di coloro che generalmente sono meno impiegati: la sfida contro il Galles è stata vinta con un turnover giusto, che ha dimostrato quanto tutti siano coinvolti e parte della macchina.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Italia, Mancini soddisfatto dopo la il primo posto nel Girone A di EURO 2020

Mancini alla stampa dopo Italia-Galles
Roberto Mancini, Italia (Getty Images)

Ai microfoni di RAI Sport il Ct ha raccontato la vittoria del Gruppo A: “Meglio di così non si poteva, avremmo potuto anche fare un gol in più ma si sono difesi per tutta la partita. Sono stati bravissimi. Quando dico che cambiando anche uno o due giocatori non cambia niente è perché sanno quello che devono fare e il prodotto non cambia. Adesso ci sono gli ottavi, ma tutti coloro che ci arrivano, sono in lizza per vincere”.

LEGGI ANCHE >>> Altro che biscotto, l’Italia di Mancini chiude prima nel girone

Per l’Italia quella col Galles è stata anche l’ultima sfida in casa, all’Olimpico di Roma: “Ringraziamo la città per ciò che ha fatto, dedichiamo questa vittoria ai ragazzini che hanno sofferto in questo momento”.

La chiusura è stata poi sul confronto con le altre Nazionali e sulla grande prestazione di Verratti: “Tutte le partite sono difficili, è sbagliato pensare che tutte si possano vincere, perché parliamo di Nazionali. Verratti ha dimostrato che sono tutti titolari. Era una partita che volevano vincere, tutti i giocatori hanno fatto quello che dovevano fare. Titolari non ne esistono: ci sono gli undici che vanno in campo”.