Italia, l’inaspettata festa di Gravina: “Pioggia di milioni”

La Nazionale italiana con Gravina e Draghi
Draghi, Gravina con la Nazionale (Getty Images)

Gravina, presidente della FIGC, ha rilasciato delle dichiarazioni dove ha parlato dei ricavi della Ferazione dopo l’Europeo.

Dopo aver battuto l‘Inghilterra ai calci di rigore, l’Italia si è laureata, meritatamente, campione d’Europa. La Nazionale italiana non vincera l’Europeo dal lontano 1968. Gli azzurri hanno battuto nazionali più forti sulla carta grazie all’unità del gruppo che si è instaurata da quando Mancini si è seduto sulla panchina dell’Italia.

La Nazionale, dopo la mancata qualificazione al Mondiale in Russia del 2018, era a pezzi, ma il lavoro dell’ex allenatore dell’Inter è estato eccelso. La vittoria dell’Europeo non è solo una buona notizia dal punto di vista sportivo, ma anche dal punto di vista economico per tutto il calcio italiano.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Mancini e Chiellini alzano il trofeo
Mancini e Chiellini (Getty Images)

Dopo la vittoria dell’Europeo, la FIGC di Gravina ha incassato 36 milioni di euro

A confermarlo è lo stesso presidente della FIGC Gabriele Gravina:”Grazie alle prestazioni dell’Italia durante l‘Europeo la FIGC ha incassato 28 milioni e 250 mila euro. Con l’aggiunta dei ricavi derivanti dalle varie sponsorizzazioni, gli introiti per la Federazione sono arrivati alla cifra di 36 milioni di euro”. 

LEGGI ANCHE >>> Italia, il curioso regalo di Jorginho a Gigio Donnarumma

Euro 2020 non è stato solo il primo Europeo itinerante, ma è stato anche quello più ricco. L’Uefa dividerà tra le nazionali partecipanti alla competizione il fantastico montepremi di 331 milioni di euro. Ad ogni calciatore, come d’accordo con il presidente Gravina prima dell‘Europeo, azzurro andranno 250mila euro.