La Premier League obbliga i calciatori a vaccinarsi

Manchester City festeggia
Manchester City (Getty Images)

Nuovo provvedimento della Football Association per contrastare il Covid: chi non si vaccinerà verrà escluso dalla Premier League.

L’Europa teme una nuova ondata di contagi dovuti al Covid. La variante Delta fa paura ed il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità Tedros Adhanom Ghebreyesus, a riguardo, è stato chiaro. “Chi pensa che la pandemia sia finita, vive nel paradiso degli sciocchi”. Diversi sono stati i provvedimenti presi finora dai Paesi al fine di contrastarne la diffusione. Oggi c’è da registrare quello adottato dalla Football Association, rilanciato dall’edizione odierna del ‘Daily Mail’.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Crystal Palace e Liverpool in campo
Sadio Mané e Joel Ward (Getty Images)

Nuovo provvedimento della Fa: fuori dalla Premier League chi non si vaccinerà

In pratica, chi tra giocatori e membri dello staff tecnico delle squadre non si vaccinerà verrà escluso dalla Premier League. Il tempo a disposizione, dando uno sguardo al calendario, non è molto: il torneo, infatti, prenderà il via il 15 agosto e tutti, come riportato dal quotidiano, dovranno obbligatoriamente ricevere la doppia dose entro il primo ottobre. Chi non ha ancora ricevuto la prima dovrà attivarsi per fare la puntura entro le prossime due settimane.

LEGGI ANCHE >>> Serie A, focolaio Covid: i positivi diventano addirittura dieci

Stando a quanto risulta, soltanto due team hanno già provveduto a completare il ciclo vaccinale. Qualche giocatore, dal canto suo, potrebbe richiedere l’esenzione ma non è chiaro se istanze di questo genere saranno accolte. La decisione presa dalla Football Association rischia di generare notevoli ripercussioni sul campionato in ottima mercato. In Canada, ad esempio, il Montreal ha dovuto vendere l’attaccante Eric Hurtado dopo la sua scelta di non vaccinarsi.