Juventus, Allegri si arrabbia: tre esclusi per l’amichevole col Cesena

max allegri nuova
Max Allegri (Getty Images)

Primo test ufficiale per la nuova Juventus targata Massimiliano Allegri. Alla Continassa i bianconeri sfidano il Cesena.

Prove ufficiali di Allegri bis. Il tecnico toscano, tornato alla guida della Juventus dopo 2 anni di inattività, ha oggi l’occasione di provare i giocatori (quelli disponibili) nella prima amichevole stagionale, alla Continassa contro il Cesena.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Nonostante i 24 mesi di assenza, Allegri non sembra aver perso né smalto né tantomeno pare aver dimenticato il significato di far parte di un’organizzazione come la Juventus. Quest’ultimo è probabilmente uno dei principali motivi per cui da subito i tifosi stanno dimostrando all’allenatore, che a Torino ha vinto 5 Scudetti consecutivi fra il 2014 e il 2019, tutto il loro affetto: “Noi di te siamo fieri, bentornato mister” recita uno striscione appeso al di fuori del campo di allenamento.

gianluca frabotta
Gianluca Frabotta (Getty Images)

Allegri ha ben chiaro cosa vuole dalla “sua” Juventus

Allegri, da parte sua, non ha intenzione di perdere tempo e vuole da subito settare il tono. Sotto la sua guida non saranno accettate infrazioni o comportamenti non professionali, perché la Juventus è più grande di chiunque ne faccia parte. La prova? Nonostante quella odierna sia un’amichevole contro una squadra che milita in Serie C, per la quale molti componenti della prima squadra non sono neanche disponibili, tre giocatori sono stati esclusi dalla lista dei convocati a causa di un lieve ritardo. Frabotta, Fagioli e Di Pardo non saranno dunque a disposizione di Allegri, che per la prima uscita stagionale si affida ad un mix di Primavera e Under-23. Perin tra i pali; De Sciglio, De Winter, Dragusin e Rugani in difesa; Ranocchia, Miretti e McKennie in mezzo al campo; tridente d’attacco composto da Pjaca, Felix Correia e Soulè. Sugli spalti presenti circa 200 tifosi, a bordo campo l’immancabile Pavel Nedved.

LEGGI ANCHE >>> Mkhitaryan elogia “doppiamente” la Juventus: il motivo

La Juventus vuole cancellare la disastrosa stagione passata, e per farlo si affida allo spirito e alla mentalità che da sempre contraddistinguono la società più vincente d’Italia. Per tornare al successo, Allegri non intende far sconti a nessuno, come hanno già imparato sulla loro pelle Frabotta, Fagioli e Di Pardo.