“Blocco della Serie A”: l’allarme della FIGC che spaventa tutti

Stemma Figc
Il logo della Figc (Getty Images)

La FIGC lancia il disperato grido d’allarme. Gabriele Gravina manda una lettera al Governo: “Si rischia il blocco dei campionati”.

Il Coronavirus continua a creare problemi. Lo scoppio della pandemia ha portato con sé, ancora oggi, conseguenze gravi dal punto di vista sanitario ed economico. Anche i settori che sembravano essere più lontani hanno subito danni enormi. A provare ad arginare i danni ci ha provato la FIGC. Il presidente Gabriele Gravina, però, oggi ha scritto una lettera al Governo guidato da Mario Draghi.

Ceferin e Gravina all'inaugurazione di EURO 2020
Gravina e Ceferin (Getty Images)

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

La FIGC scrive a Draghi

Attraverso la missiva di Gravina, il calcio italiano lancia un grido d’allarme: “Le gravi ripercussioni economiche generate dall’emergenza pandemica da Covid-19 e le conseguenti misure di contenimento a cui si sono sottoposti i club professionistici sono diventate ormai insostenibili, mettendo a rischio la sopravvivenza dell’intero comparto”.

LEGGI ANCHE >>> La triste fine del galactico sul mercato: “Non ti voglio”

La lettera poi prosegue: “Siamo ad un bivio, dobbiamo agire con celerità per impedire che la crisi del calcio professionistico obblighi i club al blocco dell’attività. Non abbiamo chiesto ristori al Governo, piuttosto di riconoscerci l’importanza socio-economica che il calcio ha attraverso l’adozione di alcune misure urgenti per risollevare i club dalla crisi generata dal Covid-19. Il calcio può avere un ruolo determinante per la ripresa complessiva dell’Italia”.