Gasperini sorprende tutti dopo il Torino: la dichiarazione inaspettata

Gasperini sbraita in panchina
Gasperini (Getty Images)

L’Atalanta ieri sera ha vinto 2-1 sul campo del Torino con un gol di Piccoli al 93′ dopo una partita molto sofferta. Gasperini ha ammesso che il successo non fosse meritato.

Le squadre di Gasperini hanno storicamente sofferto quelle del proprio allievo Juric, ieri sera le difficoltà sono state ancora più evidenti perchè il Torino era più in palla. L’Atalanta ha sofferto sul piano fisico, perdeva i duelli, arrivava in ritardo sulle seconde palle.

È mancato poi un riferimento offensivo come Zapata che fa salire la squadra, compie un grande lavoro spalle alla porta, costringe gli avversari ad abbassarsi, ad avere una preoccupazione costante.

Gasperini nel post-partita a Dazn ha ammesso che tante cose non hanno funzionato: “Sono tre punti molto buoni ma credo che non meritavamo di vincere la partita. Ci è andata bene, ce ne ricorderemo in altre partite in cui, invece, magari nulla girerà per il verso giusto”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

L'Atalanta festeggia la vittoria
Atalanta (Getty Images)

Gasperini: “Il Toro ha avuto più ritmo e intensità”

L’analisi dell’allenatore dell’Atalanta è stata intellettualmente onesta, non ha tirato acqua al proprio mulino. In una sfida tra due allenatori che accettano la sfida a viso aperto, con la difesa alta, la contrapposizione sugli esterni, la condizione fisica fa la differenza.

L’allenatore dell’Atalanta, dopo la vittoria conquistata al 93′, è stato chiaro: “Hanno avuto più ritmo e intensità sin dai primi minuti di gara, siamo stati sotto tono rispetto a loro, soprattutto sulle seconde palle. È innegabile che abbiamo affrontato gente più attiva e pronta di noi, che siamo stati bravi a dare tutto e contrastare chi riusciva ad arrivare prima sul pallone”.

LEGGI ANCHE >>> La Lazio vola ad Empoli, l’Atalanta vince in extremis a Torino

È stata decisiva la favola di Roberto Piccoli, attaccante classe ‘2001 cresciuto nel vivaio dell’Atalanta. È uno dei giocatori in bilico, potrebbe tornare in prestito allo Spezia ma intanto ha regalato tre punti alla sua Atalanta.

Vale per tutti, in nove giorni di campagna trasferimenti può accadere tanto, lo stesso Gasperini l’ha sottolineato: “Se guardiamo chi poteva andare via qui ne sono tanti, è un’anomalia il mercato che va oltre la seconda giornata di campionato. I calciatori si sono abituati, noi un po’ meno”