“Può diventare un grande”: Napoli, nell’umiliazione c’è stata una luce

Spalletti dirige il Napoli dalla panchina
Luciano Spalletti, Napoli (Getty Images)

Le parole di Gianluca Grava, responsabile del settore giovanile del Napoli, su Antonio Vergara, il giovane centrocampista che contro il Benevento ha stupito tutti.

Napoli-Benevento, amichevole terminata per 5-1 in favore degli ospiti, per gli azzurri è stata chiaramente una delusione in termini di risultato, ma per il tecnico Luciano Spalletti è stata l’opportunità per studiare giocatori che sono meno impiegati oppure che giocano nella Primavera.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Napoli, i tifosi impazziscono per Vergara e Grava lo promuove

Grava in Udinese-Napoli nel 2007
Gianluca Grava, Napoli (Getty Images)

A tal proposito ai microfoni di ‘Radio Kiss Kiss Napoli’ è intervenuto Gianluca Grava, ex bandiera azzurra e attuale responsabile del settore giovanile del club, che ha rilasciato alcune dichiarazioni suoi giovani impiegati allo Stadio Maradona: “È stato ripagato il lavoro di tutti, quando un ragazzo come Vergara parte dai Pulcini ed arriva lì, è da pelle d’oca. È una soddisfazione, anche se è un amichevole gratifica il lavoro del gruppo”.

LEGGI ANCHE >>> La bella notizia con cui inizia Napoli-Juventus per Spalletti

A stupire tra tutti è stato principalmente Antonio Vergara, centrocampista classe 2003, nato e cresciuto all’interno del club e napoletano al 100% (è di Frattaminore). I social sono zeppi di commenti dei tifosi sul talento di questo ragazzo e molti ne reclamano anche l’impiego in prima squadra. Grava a tal proposito dichiara: “Ha le potenzialità per diventare un calciatore importante, servirà la stessa cattiveria messa in campo ieri. Ha la mentalità e la qualità per essere un calciatore professionista. Fa parte della Primavera e ce lo teniamo stretto, ha fisicità e visione di gioco”.