Handanovic e le confessioni su Donnarumma ed il Pallone d’Oro

Handanovic in campo
Handanovic (Getty Images)

Lo Scudetto, il Pallone d’Oro e l’ex rivale Donnarumma: le ‘confessioni’ di Samir Handanovic ai microfoni di ‘Tuttosport’

Capitano e totem dell’Inter scudettata, Samir Handanovic è uno dei punti fermi dello spogliatoio e dell’undici titolare nerazzurro. Anche nella gestione Simone Inzaghi, il portiere sloveno ha tenuto ben salda la propria fascia e la propria posizione, nonostante l’età che avanza e una carta di identità non più verdissima.

Soprattutto, Handanovic si è confermato un uomo di poche parole e grandi dimostrazioni di professionalità, poco propenso a sbottonarsi nel corso delle sue (rare) apparizioni mediatiche. Stamane, però, è stato protagonista di una lunga intervista pubblicata sulle colonne di ‘Tuttosport’, dove il capitano nerazzurro ha toccato diversi temi: dal Pallone d’Oro all’ex rivale Gigio Donnarumma.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Handanovic con l'Inter
Handanovic (Getty Images)

>LEGGI ANCHE >>> “Resterà fuori parecchio”, altra tegola pesante in Serie A

Tra Pallone d’Oro e Donnarumma: le ‘confessioni’ di Handanovic

“Personalmente, darei il Pallone d’Oro a Jorginho – ha raccontato Samir Handanovic ai microfoni del quotidiano piemontese – Non solo per quello che ha vinto, ma anche per il cammino che ha fatto. Se lo vincesse chi è il più bravo nel DNA, lo vincerebbe sempre Messi“.

Poi, lo sloveno si sposta sull’ex rivale Donnarumma e sul ruolo di ‘miglior portiere al mondo’: “Gigio ha tutte le carte in regola per poterlo diventare. Adesso, non ne vedo uno più bravo dell’altro, in tutte le caratteristiche del portiere”.

Infine, su Buffon: “Non mi stupisce vederlo ancora giocare e dare il massimo in campo. Sta bene, ha grande voglia”.